Tag: farcitura

Come utilizzare la crema al mascarpone

come utilizzare la crema di mascarpone - Ricettepercucinare.com


come utilizzare la crema di mascarpone - Ricettepercucinare.com

La crema al mascarpone è una preparazione deliziosamente irresistibile ed è tra le più amate dagli italiani. Naturalmente, la si prepara spesso e volentieri con l’obiettivo di fare il tiramisù. Che è uno dei dolci più amati dagli italiani. Ma non è l’unico uso che possiamo fare della crema di mascarpone. Vediamo subito come utilizzare la crema al mascarpone in modo intelligente, creativo e naturalmente goloso. 

Due parole sull’uso della famosa crema a base di mascarpone: versatile come non mai!

Come detto, la crema al mascarpone è tra le creme più amate e gradite in pasticceria. In Italia va davvero per la maggiore. La sua preparazione è semplicissima e, oltre ad usarla per il tiramisù, è anche ottima per farcire bignè, torte, pasticcini. Ma non solo. Si serve anche come dessert al bicchiere. E che dire di usarla come farcitura delle torte a base di pan di spagna o di crostate? Le idee possono essere davvero innumerevoli. Un’altra idea è quella di usare la crema di mascarpone per farcire il panettone o il pandoro: due dolci classici del Natale italiano che oggi, ad onor del vero, sono stati ampiamente destagionalizzati. E’ possibile gustarli anche in estate!

Come utilizzare la crema al mascarpone

Nel paragrafo precedente vi abbiamo dato alcune idee generiche per l’uso della crema al mascarpone. Vediamo di entrare nel dettaglio delle idee per l’utilizzo della crema di mascarpone:

  • usare la crema al mascarpone come dolce al cucchiaio, da servire in coppe monoporzione: potete completare il tutto con una spolverata di cacao e un biscottino, oppure con una macedonia di frutta fresca, di fragole o di frutti di bosco. Solitamente la frutta più acidula è molto gradita perché contrasta benissimo con la dolcezza della crema.
  • la crema di mascarpone si presta molto bene anche per dar vita a dolci come cheesecake fredde o cotte. Potete usarla come base ed aggiungere del buon formaggio spalmabile. Anche senza cottura (specie se è estate) l’esito sarà gradevolissimo
  • sempre con la stessa crema potete dar vita ad una torta al mascarpone. Preparate un pan di spagna, tagliatelo orizzontalmente e poi spalmatelo con crema al mascarpone. Anche in questo caso, potete aggiungere una bagna e/o delle farciture secondo fantasia (frutta secca o fresca, scaglie di cioccolato ecc).
  • crostata con crema al mascarpone: sarà irresistibile se aggiungerete qualche goccia di cioccolato alla vostra crostata
  • sfogliatine fatte con pasta sfoglia tonda tagliata a spicchi; da ciascuno spicchio ricavate un cono e poi, quando cotte, farcitele a freddo con la crema di mascarpone

Abbinamenti dolci vincenti con il mascarpone

Il mascarpone si abbina molto bene con:

  • pere
  • mele
  • cioccolato
  • cannella
  • frutti di bosco o frutta acidula
  • frutta secca

Idee salate da copiare, a base di crema al mascarpone

La crema al mascarpone si presta molto bene anche per essere usata per ricette salate gustose e originali.

  • Sulle torte salate ci sta che è una meraviglia: naturalmente non la farete zuccherata, ma salata. Sopra alla pasta brisé o sfoglia aggiungerete dunque la crema al mascarpone e infine tutto ciò che volete: verdurine, prosciutto, formaggio, dadini di patate, quello che preferite.
  • quanto ai primi piatti, la crema al mascarpone è ottima per mantecare i risotti
  • oppure sulla pizza
  • o ancora, se volete far saltare dei bocconcini di pollo in padella, aggiungete un pò di mascarpone lavorato a crema.

Abbinamenti salati vincenti con il mascarpone

Il mascarpone si abbina molto bene con:

  • gamberetti
  • radicchio
  • prosciutto cotto o crudo
  • crudité di verdure

Ebbene, vi abbiamo dato diverse idee in merito a come utilizzare la crema di mascarpone al di là del classico tiramisù. Come vedete una confezione di mascarpone in casa può sempre far comodo!

 

 



Parigina o gnocco farcito-

Ingredienti per 6 persone:
Per l’impasto-
600 g di farina di manitoba
330 g di acqua tiepida
1 bustina di lievito di birra, granulare
Per la farcitura-
9 sottilette Inalpi
200 g di prosciutto cotto
Procedimento:
Impastate con la planetaria tutti gli ingredienti, come farete con un impasto per la pizza o il pane.
Lasciate lievitare fino al raddoppio, in luogo tiepido, minimo 40 minuti.
Riprendete la pasta e senza lavorarla nuovamente prelevatene 1/3 e mettetelo da parte, il resto stendetelo in teglia rivestita di carta forno, pigiando e tirando bene con le dita, fino a coprire il fondo della teglia.
Stendete sulla pasta il prosciutto cotto e sopra le sottilette, ben distribuite.
Con la pasta tenuta da parte in precedenza, preparate la copertura stendendola con il mattarello come per  una sfoglia sottile, facendo attenzione a non romperla.
Appoggiatela sulla farcitura del gnocco e saldate bene i bordi,
forate leggermente e cuocete a 180 gradi in forno ventilato per 40 minuti.
Tempo di preparazione, 30 minuti
Tempo di lievitazione: 40 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti
Difficoltà: bassa

Due parole..
Conoscevo questa, ricetta più o meno simile, ma era rimasta nel dimenticatoio, 
poi il blog ” la casa di Betty “mi ha rispolverato la memoria. 
La sua ricetta è diversa negli impasti, che prima o poi proverò.
Sono andata con la pasta di pane e il risultato è stato superbo.
L’ unico accorgimento è quello di stendere la sfoglia di copertura sottile, affinché si cuocia bene senza appesantire sulla farcitura. 
L’idea che mi era venuta leggendo la ricetta di Betty, era di utilizzare per la copertura un foglio di pasta brisè o pasta sfoglia pronta, ma ho esitato e ho proceduto così.
Proverò queste varianti alla prossima preparazione e aggiornerò il post.

Sandwich di melanzane


<a href="https://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Sandwich di melanzane

Sandwich di melanzane



Oh mie adorate melanzane, bentornate nel mio regno!! Vi svelo una preparazione molto golosa…

Dalla foto potrebbero sembrare delle melanzane impanate e fritte ma in realtà sono state cotte nel forno, il che suggerisce un metodo di cottura alternativo alla frittura, sicuramente più leggero e con un risultato finale altrettanto soddisfacente che ci permetterà di gustare delle melanzane croccanti all’esterno e morbide al cuore. A questa preparazione ho pensato di aggiungere una farcitura di pomodoro, un trito di aromi misti e delle noci, che tra l’altro si sposano armoniosamente con le melanzane. Vi illustro gli ingredienti.


Per otto sandwich:

  • 16 fette di melanzane di circa 1 centimetro di spessore;
  • 2 uova;
  • pane grattugiato;
  • noce moscata.

Per la farcitura:

  • 3 pomodori polposi;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • un ciuffo di prezzemolo;
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale;
  • 20 – 30 grammi di noci;
  • 1 cucchiaino di olio;
  • 50 grammi di formaggio dolce (provola o mozzarella).

Grigliate le fette di melanzane. Sbattete le uova con una forchetta e insaporitele con un poco di noce moscata. Immergete ciascuna fetta di melanzana prima nell’uovo e successivamente nel pane grattugiato. Tenete da parte le melanzane e preparate gli ingredienti per la farcitura. 


Preparate la farcitura.
Affettate a rondelline il pomodoro, tagliate a cubetti piccoli il formaggio e tenete da parte. Tritate il prezzemolo e l’aglio molto sottilmente, sminuzzate anche i capperi (messi in ammollo per 10 minuti circa in acqua calda) e le noci, mescolate insieme questi quattro ingredienti e aggiungete un cucchiaino d’olio. 


Componete i Sandwich.
Prendete una teglia capiente ricopritene il fondo con della carta da forno (o se preferite ungetela con un poco d’olio) e disponete otto fette di melanzane (se necessario ripassatele nel pane in modo che sia ben impanate). Disponete su ciascuna fetta le rondelline di pomodoro, un cucchiaino di trito aromatico e completate la farcitura con i cubetti di formaggio. Ricoprite il tutto con un’altra fetta di melanzane e mettete in forno caldo a 200°C per circa 20 – 25 minuti. Ed ecco il risultato:

Proudly powered by WordPress