Tag: euro

Calamari ripieni, alla piastra, fritti? Ecco come sceglierli

Ricettepercucinare.com


Calamari ripieni - Myitalian.Recipes

I calamari sono uno dei molluschi più amati da chi ama mangiare buono ma anche sano. Acquistare pesce azzurro locale o molluschi pescati nei mari sottocasa è infatti molto più sano rispetto ad acquistare pesci di grandi pezzature provenienti da molto lontano. Detto questo, vediamo un po’ come trattare questi calamari, come preparare i calamari ripieni, quali comprare e altre informazioni utili sul tema. A voi. 

Come scegliere i calamari migliori e quali comprare

I calamari “nostrani” provenienti dal Mar Mediterraneo sono maggiormente costosi rispetto a quelli congelati provenienti da mari lontani. Dunque vi consigliamo sempre di optare per il prodotto locale. Ovviamente se i calamari congelati e decongelati costeranno circa 9 euro al kg, quelli freschi potrebbero anche superare i 20 euro al kg. Attenzione poi a non farvi vendere un calamaro per un totano e vice versa. I calamari sono di colore violaceo mentre i totani tendono al nocciola – marroncino.

Come riconoscere i calamari freschi

I calamari freschi presentano tentacoli ben sodi e consistenti, non “mollicci” e che tendono a sfaldarsi. Ancora, il loro colore è bianco e lilla/violaceo, e non giallino spento. La sacca contenente l’inchiostro ha un colore intenso e metallico. Insomma, tutto dà un’idea di fresco! Più sono freschi i calamari, e meglio vi riusciranno le ricette come i calamari ripieni, o alla piastra, o fritti!

Calamari ripieni: cosa fare se avanza del ripieno?

Uno degli errori classici che si commettono quando si preparano i calamari ripieni è quello di ritrovarsi con troppo ripieno. Cosa fare dunque del ripieno avanzato? Vediamolo subito. Il consiglio che vi diamo è quello di preparare un pò di polpettine e di cuocerle assieme ai calamari!



Come chiamare a E’ sempre mezzogiorno

Ricettepercucinare.com


come chiamare a E' sempre mezzogiorno - daniele persegani e sempre mezzogiorno - Ricettepercucinare.com

E’ sempre mezzogiorno è un programma televisivo culinario molto amato ed apprezzato dagli spettatori che a suo tempo erano affezionati a La Prova del Cuoco, il programma di Antonella Clerici. Il cast di E’ sempre mezzogiorno è composto da professionisti ed esperti appartenenti a diversi ambiti della cucina: il fornaio, il pasticcere, e via dicendo. Sicuramente se stai leggendo queste righe sei già affezionato a Fulvio Marino, Chloe Facchini, Cristina Lunardini, Natalia Cattelani, Sergio Barzetti, Luca Montersino, Mario Improta e suo figlio e molti altri. Ci scrivete in molti per sapere come chiamare a E’ sempre mezzogiorno. Perchè oltre a guardare il programma il tv e ad annotare o copiare le ricette, volete anche partecipare. Partecipare a E’ sempre mezzogiorno è davvero coinvolgente e divertente e non è improbabile che si vinca qualcosa! E allora vediamo un po’ come chiamare a E’ sempre mezzogiorno.

Come chiamare a è sempre mezzogiorno

Vuoi sapere come chiamare a E’ sempre mezzogiorno? Non è difficile e ti consentirà di partecipare con buona probabilità al programma culinario di Antonella Clerici e partecipare in diretta parlando proprio con lei. Carta e penna alla mano, annota subito questo numero: 0645789090. Ma chiamare a E’ sempre mezzogiorno non è l’unico modo per diventare protagonisti per qualche istante del proprio programma televisivo preferito. L’alternativa è il web. In alternativa, collegandosi al sito www.giocherai.it è possibile prenotarsi per essere richiamati e partecipare in diretta a E’ sempre mezzogiorno.

Dove girano E’ sempre mezzogiorno?

E’ sempre mezzogiorno è girato presso un centro di produzione Rai in quel di Milano. Lo studio si chiama Studio 2000. Tornando per un attimo alla domanda “come chiamare a E’ sempre mezzogiorno”, potete chiamare al numero sopra indicato dalla mezzanotte del lunedi fino alle 23.59 del venerdi. Per chiamare e per partecipare dovrete essere maggiorenni e dovete per forza chiamare a E’ sempre mezzogiorno da una linea fissa e dall’Italia.

Come si gioca a Pentola o Dispensa?

Il gioco del martedi che piace davvero a tutti si chiama Pentola o Dispensa. Bisogna indovinare queli ingredienti servono per una determinata ricetta. La conduttrice ne elenca alcuni e bisogna indicare se metterli in pentola oppure in dispensa. In palio c’è un buono da spendere al supermercato discount MD dal valore di 150 euro.

Quante sono le foglie del bonsai di E’ sempre mezzogiorno?

Un altro gioco per il quale vi consigliamo di chiamare a E’ sempre mezzogiorno è quello del bonsai. Bisogna indovinare quante foglie ha il bonsai. Pensate che una concorrente ha indovinato, affermando correttamente che il bonsai ha 2039 foglie! Ha vinto la medesima somma in euro, che potrà usare per fare la spesa. Questo è accaduto l’11 novembre.

 

 

 

 



Soufflè al Limone

I Soufflè al Limone sono un dolce decisamente scenografico ma anche molto economico. Sono preparati infatti solo con uova, limone, zucchero, latte ed un pizzico di farina, spendendo circa 5 euro di ingredienti per quattro persone. Vediamo come li ha preparati Benedetta questa sera.

Puntata I Menu di Benedetta: 24 ottobre 2012 (Menu Salva-Euro[1])
Tempo preparazione e cottura: 20 min ca.

Ingredienti Soufflè al Limone per 4 persone:

  • 8 uova
  • 180 gr di zucchero
  • 50 gr di farina
  • 350 ml di latte
  • scorza di 2 limoni grattugiata
  • succo di 1 limone

Procedimento ricetta Soufflè al Limone di Benedetta Parodi

  1. Separare i tuorli e mescolarli con 80 grammi di zucchero, la farina ed il latte.
  2. Unire anche la scorza ed il succo di limone.
  3. Montare a parte gli albumi a neve con 100 gr di zucchero.
  4. Unire il composto di albumi con la crema pasticcera preparata con tuorli e latte.
  5. Imburrare ed inzuccherare le cocottine e riempirle con il composto.
  6. Cuocere in forno a 180 gradi per dieci minuti e servire subito.

References

  1. ^ Menu Salva-Euro

Proudly powered by WordPress