Subscribe via RSS

Menù Indovina Chi Viene a Cena – lunedì 7 gennaio 2013: puntata da "I menù di Benedetta"

Dopo la sosta natalizia torna la trasmissione della nostra amica Benedetta Parodi che, in questa prima puntata del 2013 ci propone un menù caratterizzato da tante gustose ricette semplici e perfette da cucinare specie quando si ricevono delle visite impreviste ed inattese e non si sa bene cosa poter cucinare agli ospiti improvvisati. Prima puntata del 2013 caratterizzata poi dalla novità della ricetta salva cena, una ricetta cucinata in diretta negli ultimi minuti prima dell’inizio del telegiornale, una bella ed originale idea per tenere incollati alla poltrona i telespettatori di questa trasmissione. Prendetevi quindi i soliti dieci minuti di pausa per leggere queste gustose ed invitanti ricette che costituiscono il menù della puntata odierna, cioè il Menù Indovina Chi Viene a Cena.

Il Menù Indovina Chi Viene a Cena prevede oggi diverse e succulente ricette. Partiamo quindi dal primo piatto di questo menù, un primo gustoso e veloce da cucinare, cioè una pasta al tonno con pomodorini e piselli insaporito da un’abbondante spolverata di pecorino grattugiato. Il secondo di oggi è un piatto di carne cucinato da Simona Izzo, degli straccetti alla senape davvero molto gustosi e saporiti. Il dolce è costituito da una buonissima torta di cioccolato ed amaretti dedicata a Virginia, la nonna di uno degli autori di questa trasmissione. Infine la novità del 2013, la ricetta salvacena: la prima ricetta di questo nuovo filone è rappresentata dalle polpette di pane e formaggio servite accompagnate da del radicchio in agrodolce, una ricetta davvero molto interessante e gustosa!

Ma ecco il menù della puntata:

Il Menù Indovina Chi Viene a Cena prevede quindi le seguenti sei portate di cui potrete leggere la ricetta e vedere le immagini salienti della preparazione e il video riassuntivo semplicemente cliccando sul rispettivo nome:
Non mi resta che augurarvi buon appetito in compagnia delle deliziose ricette cucinate dalla nostra Benedetta che, nel video sotto, ci presenta il menù della puntata odierna, assolutamente da non perdere e tutto da gustare!

Per poter vedere il video dell’intera puntata dei menù di Benedetta intitolata “Menù Indovina Chi Viene a Cena” andata in onda lunedì 7 gennaio, clicca qui (link in aggiornamento).

Tiramisù all’Arancia e Pistacchi ricetta Parodi da "I menù di Benedetta"

Anche durante la stagione invernale si può preparare un buonissimo tiramisù magari ricorrendo a degli ingredienti tipici di questa stgione, come ad esempio l’arancia. Benedetta ci propone infatti una versione del tiramisù aromatizzata proprio a questo agrume completandola con dei pistacchi tritati. Ecco la ricetta per cucinare questo gustoso dolce.

Ma ecco la lista degli ingredienti e il procedimento utilizzato dalla nostra Benedetta per cucinare questo buonissimo piatto dal titolo “Tiramisù all’Arancia e Pistacchi” nella sua trasmissione televisiva

Tempo preparazione e cottura: 20 min ca.


Ingredienti Tiramisù all’Arancia e Pistacchi x 8 persone
  • 3 uova
  • 4 cucchiai di zucchero
  • la scorza e il succo di 1 arancia
  • 250 gr di mascarpone
  • 300 gr di biscotti secchi
  • granella di pistacchi qb
Procedimento per cucinare la ricetta Tiramisù all’Arancia e Pistacchi di Benedetta Parodi

Sbattete per bene i tuorli con lo zucchero unendo poi anche la scorza di arancia e il mascarpone e mescolando per bene il tutto.

A parte montate gli albumi a neve ed incorporateli alla crema di mascarpone avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto.

Componete quindi il vostro tiramisù alternando agli strati della crema al mascarpone dei biscotti secchi che avrete bagnato nel succo di arancia terminando con un ultimo strato di crema.

Completate il dolce con uno strato di granella di pistacchi dopo averli tritati al mixer.

Lasciate quindi riposare il frigo per un paio d’ore prima di servire.

    Non ci resta che augurarvi….buon appetito!

    Video della ricetta Tiramisù all’Arancia e Pistacchi presentato da Benedetta Parodi in tv

    Se la ricetta “Tiramisù all’Arancia e Pistacchi” vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni

Strudel con radicchio e ricotta


<a href="http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Strudel con radicchio e ricotta

Pagine



Strudel con radicchio e ricotta



Strudel con radicchio e ricotta: un modo alternativo di presentare la solita torta salata.

Sono in tutti i ricettari, esistono libri scritti solo per loro, sono presenti in ogni blog di cucina, le vediamo preparare nei programmi televisivi, insomma sono dappertutto. Sto parlando delle torte salate, una di quelle ricette nate su misura per la cucina casalinga perché facili da realizzare, con ingredienti facilmente adattabili alle esigenze del momento e ideali per riciclare ciò che si ha in casa (in frigo o in dispensa). Per di più soddisfano anche l’aspetto pratico, in quanto si possono preparare in anticipo e, in base agli ingredienti presenti, se consumate fredde risultano anche più gustose.
Anche la pasta gode di larga versatilità. Si trovano le versioni con la pasta sfoglia, con la pasta brisè, con la pasta frolla, con la pasta lievitata e cosi via. Quella che ho utilizzato io per la realizzazione di questa ricetta, ha soddisfatto in pieno le mie aspettative: è una pasta leggermente friabile ma al contempo facile da stendere e soprattutto con una dose limitata di burro che non appesantisce il prodotto finale (difetto che riscontro spesso in alcune paste brisè). Vediamo in dettaglio la ricetta di questi strudel con radicchio e ricotta.


Ingredienti:



Per la pasta:

  • 320 grammi di farina 00;
  • 80 grammi di burro;
  • 3 grammi di sale;
  • acqua q.b.;



Per il ripieno:

  • 600 grammi di ricotta;
  • 1 cipolla;
  • un cespo piccolo di radicchio tondo;
  • mezzo bicchiere di vino rosso;
  • 100 grammi di provola affumicata;
  • 2 cucchiai di olio;
  • noce moscata;
  • rosmarino;
  • sale e pepe.



Preparazione delle pasta.
Miscelate insieme il sale e la farina. Sbriciolate il burro con la farina. Dovete ottenere un composto che ricorda la sabbia bagnata (questo tipo di lavorazione viene indicata con il termine “Sabbiare”). Quando tutto il burro sarà disperso nella farina, aggiungete l’acqua in una quantità tale da formare un impasto che sia facilmente lavorabile, quindi di media morbidezza. Se usate una farina debole, come suggerito, dovrebbero essere sufficienti circa 100 ml di acqua.
Una volta pronto l’impasto, copritelo con della pellicola per evitare la formazione di croste e fate riposare il tempo necessario per la preparazione del ripieno (o comunque non oltre i 30 minuti).


Preparazione del ripieno.
Sfogliate il radicchio e lavate bene tutte le foglie. Conservate la parte centrale più tenera. Private la cipolla delle foglie esterne secche e tritatela molto finemente. Versatela in una padella con due cucchiai d’olio e fate insaporire(*). Aggiungete il radicchio tagliato sottilmente. Bagnate con poco vino rosso, alzate la fiamma e lasciate evaporare tutto il liquido. Aggiungete un pizzico di sale e quando il fondo di cottura sarà ben asciutto spegnete e fate raffreddare.
Mettete la ricotta in una terrina e schiacciatela con una forchetta, aggiungete il radicchio (che si sarà intiepidito), una grattata di noce moscata, una spolverata di pepe, il rosmarino tritato finemente e la provola affumicata grattugiata o tagliata a piccoli cubetti. Mescolate bene il tutto, riponete da una parte e riprendete la pasta che oramai avrà riposato e sarà bella rilassata, pronta per essere stesa.


Preparazione degli strudel.
Dividete il panetto di pasta in sei pezzetti di circa 80 grammi l’uno.
Stendete ciascun pezzo in una sfoglia piuttosto sottile cercando di mantenere una forma pressoché rettangolare.
Suddividete il ripieno nelle sei sfoglie e mantenete libero circa un centimetro di bordo su tutti i lati. Arrotolate la pasta su se stessa e sigillate bene, bagnando il bordo se necessario per far aderire meglio i lembi di pasta. Sistemate i sei strudel su una teglia sul cui fondo avrete sistemato un foglio di carta da forno e mettete a cuocere in forno già caldo a 180°C circa per 20 minuti o, comunque fino a quando la pasta assumerà una leggera doratura sia sopra che sotto. Lasciate intiepidire per qualche minuto prima di servire.


Consigli.

  • Provata ad aggiungere nel ripieno anche qualche fettina sottile di funghi champignons ( o meglio ancora di funghi porcini).
  • Potete servire gli strudel con un’insalata preparata con la parte tenera del radicchio, funghi e spicchi di arancia, il tutto condito con un filo di olio sale e pepe



Note.
(*) Personalmente prediligo la cipolla ben cotta e abitualmente uso poco olio,dunque  termino la cottura aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua e per rendere il tutto più saporito unisco anche una foglia di alloro spezzata.