Subscribe via RSS

Budino delle Fate a Metà

Ispirato dalla sua prima opera letteraria extra-culinaria, il romanzo fantasy Le fate a metà, Benedetta Parodi oggi decide di stupirci preparando questo budino al cioccolato che in ultimo si trasforma in una sorta di “giardino” utilizzando dei biscotti frollini al cacao e menta per guarnire. Scopriamone di più seguendo la sua ricetta.

Tratta da Corrieretv del: 20 novembre 2013
Tempo preparazione e cottura: 30 min ca.

Ingredienti Budino delle Fate a Metà:

  • 50 gr di burro
  • 50 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • 1/2 litro di latte
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • Frollini al cacao qb
  • menta qb (per guarnire)

Procedimento ricetta Budino delle Fate a Metà di Benedetta Parodi

  1. Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde.
  2. In un pentolino antiaderente sciogliere il burro unendo anche la farina e amalgamando bene mescolando sul fuoco.
  3. Quando la farina si è tostata bene, unire anche lo zucchero e far caramellare il composto.
  4. Fuori fuoco, unire il cioccolato fondente e amalgamare bene, senza preoccuparsi della consistenza sbriciolosa del composto.
  5. Rimettere il tutto sul fuoco aggiungendo il latte poco per volta e girare continuamente finché non si raddensa.
  6. Trasferire il budino caldo nelle ciotole e farlo raffreddare un po’.
  7. Sbriciolare i biscotti frollini e creare uno strato con questo crumble sopra ai budini.
  8. Guarnire infine con foglie di menta come fossero piantine in un vasetto.

Il polpo al pesto verde di mandorle ed il primo “ RALLO’S BLOG-FRIENDS DAY “

Quando ho deciso di partecipare al primo blog-friends day delle cantine Rallo di Marsala,ho pensato subito a questa ricetta di polpo che è stata il mio “ cavallo di battaglia” di tante cene dove il comune denominatore delle pietanze doveva essere la facilità,per gli invitati alla cena,di servirsi da soli e mangiare senza l’ausilio del coltello (per cene all’impiedi).

Pur non essendo una intenditrice di vini,appena aperta una bottiglia di vino Bianco Maggiore,il grillo fatto a Marsala dalle cantine Rallo,ho capito,degustandolo,che ben si abbinava al piatto che avevo in mente di fare.

Il suo sapore è ben equilibrato e pieno,il suo odore è di pompelmo,con piacevoli note di ananas,agrumi e frutti tropicali; va bevuto alla temperatura di 10°-12° C .

 

 

 

 

Ingredienti:

due polpi da 350 g ciascuno

30 foglie di basilico fresco

30 g di mandorle bianche

80 ml di olio extravergine d’oliva

due spicchi d’aglio rosso di Nubia

sale q.b.

Inoltre per accompagnamento:

vino Bianco Maggiore grillo I.G. P. Sicilia delle cantine Rallo di Marsala

 

Iniziare con il pulire e lavare bene i due polpi.

Mettere una pentola con dell’acqua sul fuoco e,appena bolle,versare i polpi tenendoli dalla testa e facendoli entrare ed uscire dall’acqua bollente per ben tre volte.

Mettere il coperchio e cuocere 20 minuti.

Trascorso il tempo,spegnere il fuoco,versare in pentola un pugnetto di sale (meglio non abbondare perchè a mettere ci siamo ma a togliere no…)e rimettere il coperchio al tegame per fare riposare altri 10 minuti il polpo a fuoco spento. I minuti di cottura e di riposo dipendono,naturalmente,dalla grossezza dei polpi. Non dobbiamo avere dei polpi duri e gommosi nè dei polpi spellati e stracotti ( qui ci vuole la maestria della brava cuoca!!!).

Fatto ciò togliere subito i polpi dal tegame e metterli su un largo piatto per freddarli.

Intanto è il momento di fare il profumato pesto verde di mandorle.

In un mixer inserire aglio,basilico,mandorle ed un pizzico di sale e frullare il tutto unendo,pian piano,l’olio.

Si raccomanda di non abbondare con le mandorle perchè deve predominare il sapore del basilico ed anche perchè non garantisco più la riuscita del piatto. Ho sempre fatto questa buona ricetta “ ad occhio” ma questa volta ho voluto pesare tutto e contare perfino le foglie di basilico ( precisina vero? ).

Sono dell’idea che se vogliamo condividere le nostre ricette dobbiamo farlo al meglio.

Una volta pronto il pesto,tagliare i polpi a pezzetti ed “avvolgerli “ nel pesto.Coprire il piatto con carta stagnola e metterlo in frigorifero.

Questo polpo va servito freddo ma non freddissimo di frigo per cui consiglio di uscire dal frigorifero il piatto da portata almeno dieci minuti prima di servire in tavola.

Servirsi, gustandolo con vino  Bianco Maggiore.

 

 

 

 

 

Menu Natale nel Mondo

Cosa si trova sulle tavole del Natale in giro per il mondo? Benedetta ci propone questa sera alcuni piatti tipici di altri paesi e ci spiega come cucinarli.

In sua compagnia ritorna nella cucina di La7 la showgirl svedese Filippa Lagerback.

il Menù di Benedetta del 13 dicembre 2012

(clicca sui link per vedere le ricette)

Antipasto: INSALATA DI BARBABIETOLE E ARINGHE
Primo: SFORMATO DI SALMONE E RISO
Secondo: ANATRA ALLE MELE
Dolce: GALETTE DE ROIS[1][2][3][4]

References

  1. ^ INSALATA DI BARBABIETOLE E ARINGHE
  2. ^ SFORMATO DI SALMONE E RISO
  3. ^ ANATRA ALLE MELE
  4. ^ GALETTE DE ROIS