Subscribe via RSS

Gnocchi gluten free-



Ingredienti x 2 persone:

500 g di gnocchi gluten free Farabella
100 g di taleggio
4 foglie di salvia tritata
2 cucchiai di latte
noce moscata qb
sale qb
Procedimento:
Mettete abbondante acqua a bollire, nel frattempo tagliate il taleggio e mettetelo in un tegame antiaderente che possa contenere anche gli gnocchi in fase di condimento.
Aggiungete la salvia il latte e una grattugiata di noce moscata, fate sciogliere lentamente.
Quando l’acqua bolle versate gli gnocchi, salate e fateli venire a galla aumentando la fiamma. Cuocete per 2 minuti, spegnete e trasferite gli gnocchi, con una ramina in modo delicato nel tegame con il condimento.
Mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno e preparate i piatti.
Tempo di preparazione: 5 minuti
Tempo di cottura: 2 minuti
Difficoltà: bassa

Due parole..

Informazioni utili per evitare sorprese con la pasta 
Per la pasta senza glutine la cottura è un aspetto fondamentale da evidenziare, perché essendo appunto priva di glutine è esposta più facilmente allo sfaldamento quindi alla rottura. Per evitare questo inconveniente è indispensabile avere qualche accorgimento in più; la cottura infatti si compone di tempo di ebollizione e tempo di riposo in cui bisogna spegnere la fiamma e lasciare il prodotto a pentola coperta finché non si sia raggiunto il grado di cottura desiderato, il tempo di riposo non è previsto per gli gnocchi.

Il tonno di coniglio

E’ un coniglio, ma sembra tonno, da qui il nome. La carne resta tenerissima ed è una ricetta furbissima perché può rimanere in frigo per più giorni.  Si può conservare in un barattolo  o in una ciotola condito con aglio, pepe in grani, salvia e olio. Un piatto pratico, buono e raffinato. Da provare!

INGREDIENTI
– 1 sedano
– 1 porro
– 1 cipolla
– chiodi di garofano qb
– 1 carota
– prezzemolo qb
– alloro qb
– sale
– 1 coniglio
– aglio qb
– salvia qb
– olio
Procedimento:
Preparare un brodo concentrato con sedano, porro, cipolla steccata con i chiodi di garofano,carota prezzemolo odori vari e poco sale. Quando il brodo e’ un po’ consumato mettere il coniglio e  quando il coniglio è ben cotto, tirarlo fuori dall’acqua e farlo raffreddare , quindi staccare la carne dalle ossa, spezzettarla e adagiarla sulla carta assorbente, in modo che perda l’acqua. Disporre in una terrina , o in un barattolo, uno strato di coniglio, 2- 3 spicchi di aglio e la salvia , olio e continuare  fino a chiudere con olio.  Lasciare una notte in frigo. Prima di servire, se serve, aggiungere altro olio.

Le penne con noci e salvia fritta

Buongiorno,trascorso bene il Natale?

Io si,nella maniera tradizionale,cucinando e lavorando più degli altri giorni.

Ora ci dobbiamo preparare per la cena di fine anno e per il pranzo del primo dell’anno nuovo.

Quando cucino tanto ed ho tanta gente in casa non riesco assolutamente a fotografare alcun cibo……..poi mi rifarò.

Vi lascio con questa semplice ricetta di pasta e vi auguro un buon anno nuovo soprattutto in ottima salute perchè,al di là della triste situazione economica in cui versiamo noi italiani,è veramente ciò che conta….il resto si può risolvere.

Auguri!!!!!!!

Ricetta postata da Maria Bianco su panzaepresenza.blogspot.it

Ingredienti:

300 g di penne rigate Valbio Valdigrano

100 g di gherigli di noci

tre fette di pancarrè

uno spicchio d’aglio

30 g di parmigiano grattugiato

50 ml di olio extravergine d’oliva

150 ml di latte

foglie di salvia fresca

sale e peperoncino q.b.

 

Togliere la crosta alle fette di pancarrè,farle a pezzetti e metterle a bagno nel latte per qualche minuto.

Poi aggiungere le noci,l’aglio,l’olio,un pizzico di sale ed uno di peperoncino e frullare il tutto.

In ultimo unire il parmigiano grattugiato e mescolare.

In un padellino friggere alcune foglie di salvia fino a diventare ben croccanti e poi  asciugarle con carta da cucina.

Cuocere le penne e mantecarle,in una grande padella, con il frullato di noci.

Portare in tavola con sopra la salvia fritta.

E’ un piatto semplice ma,nel contempo,saporito.

 

 

piatto in melamina Cartaffini