Subscribe via RSS

Gli amaretti fritti

  Questa ricetta è datata maggio 1989 ( vecchiotta vero? ).L’ho trovata su un “ antiquato “ numero di guida cucina.Mi ha incuriosita molto anche perchè non riuscivo ad immaginarmi la consistenza dell’amaretto avvolto da una pastella e fritto.Ora me la immagino! E voi ve la immaginate? Vi dico solo che è un dolcino che va mangiato freddo, a temperatura ambiente, e non caldo appena fritto.Vi dico

Menu Per Bacco

Stasera a casa di Benedetta Parodi si cucina con il vino: quattro ricette imperdibili in cui usare il vino rosso o bianco per insaporire i piatti.

In sua compagnia il gradito ritorno tra i fornelli del giornalista Luca Telese.

il Menù di Benedetta del 18 febbraio 2013

(clicca sui link per vedere le ricette)

Salvacena: STRINGOZZI YES WE CAN
Primo: PASTA UBRIACA
Secondo: COPPA DI MAIALE CON BRULE
Dolce: FRITTELLE DI MELE[1][2][3][4]

References

  1. ^ STRINGOZZI YES WE CAN
  2. ^ PASTA UBRIACA
  3. ^ COPPA DI MAIALE CON BRULE
  4. ^ FRITTELLE DI MELE

Stringozzi Yes We Can

Per Benedetta questa sera yes we can! …ce la faremo… a cucinare in pochi minuti degli stringozzi! Una pasta fatta in casa con acqua e farina e condita alla carbonara, come tanto piace alla first lady americana Michele Obama. Ecco il procedimento.

Puntata I Menu di Benedetta: 18 febbraio 2013 (Menu Per Bacco[1])
Tempo preparazione e cottura: 15 min. ca.

Ingredienti Stringozzi Yes We Can per 4 persone:

  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di farina di grano duro
  • sale 
  • acqua qb 
  • 350 gr di pancetta affumicata a dadini 
  • 3 uova 
  • pecorino romano qb
  • parmigiano qb
  • pepe

Procedimento ricetta Stringozzi Yes We Can di Benedetta Parodi

  1. Unire le farine con un po’ di sale e aggiungere l’acqua gradatamente, impastando per qualche minuto fino ad ottenere la consistenza giusta.
  2. Appena l’impasto diventa liscio ed elastico, stenderlo con il mattarello sulla spianatoia infarinata.
  3. Arrotolare la striscia di pasta ben infarinata attorno al coltello e tagliarli con il procedimento classico delle tagliatelle all’uovo.
  4. Cuocere gli stringozzi in acqua salata bollente.
  5. Nel frattempo rosolare la pancetta in padella senza olio.
  6. Sbattere leggermente le uova in una terrina con la forchetta.
  7. Scolare la pasta e saltarla nella pancetta.
  8. Fuori fuoco aggiungere le uova, pecorino grattugiato e parmigiano con una macinata di pepe.

References

  1. ^ Menu Per Bacco