Subscribe via RSS

Il polpo al pesto verde di mandorle ed il primo “ RALLO’S BLOG-FRIENDS DAY “

Quando ho deciso di partecipare al primo blog-friends day delle cantine Rallo di Marsala,ho pensato subito a questa ricetta di polpo che è stata il mio “ cavallo di battaglia” di tante cene dove il comune denominatore delle pietanze doveva essere la facilità,per gli invitati alla cena,di servirsi da soli e mangiare senza l’ausilio del coltello (per cene all’impiedi).

Pur non essendo una intenditrice di vini,appena aperta una bottiglia di vino Bianco Maggiore,il grillo fatto a Marsala dalle cantine Rallo,ho capito,degustandolo,che ben si abbinava al piatto che avevo in mente di fare.

Il suo sapore è ben equilibrato e pieno,il suo odore è di pompelmo,con piacevoli note di ananas,agrumi e frutti tropicali; va bevuto alla temperatura di 10°-12° C .

 

 

 

 

Ingredienti:

due polpi da 350 g ciascuno

30 foglie di basilico fresco

30 g di mandorle bianche

80 ml di olio extravergine d’oliva

due spicchi d’aglio rosso di Nubia

sale q.b.

Inoltre per accompagnamento:

vino Bianco Maggiore grillo I.G. P. Sicilia delle cantine Rallo di Marsala

 

Iniziare con il pulire e lavare bene i due polpi.

Mettere una pentola con dell’acqua sul fuoco e,appena bolle,versare i polpi tenendoli dalla testa e facendoli entrare ed uscire dall’acqua bollente per ben tre volte.

Mettere il coperchio e cuocere 20 minuti.

Trascorso il tempo,spegnere il fuoco,versare in pentola un pugnetto di sale (meglio non abbondare perchè a mettere ci siamo ma a togliere no…)e rimettere il coperchio al tegame per fare riposare altri 10 minuti il polpo a fuoco spento. I minuti di cottura e di riposo dipendono,naturalmente,dalla grossezza dei polpi. Non dobbiamo avere dei polpi duri e gommosi nè dei polpi spellati e stracotti ( qui ci vuole la maestria della brava cuoca!!!).

Fatto ciò togliere subito i polpi dal tegame e metterli su un largo piatto per freddarli.

Intanto è il momento di fare il profumato pesto verde di mandorle.

In un mixer inserire aglio,basilico,mandorle ed un pizzico di sale e frullare il tutto unendo,pian piano,l’olio.

Si raccomanda di non abbondare con le mandorle perchè deve predominare il sapore del basilico ed anche perchè non garantisco più la riuscita del piatto. Ho sempre fatto questa buona ricetta “ ad occhio” ma questa volta ho voluto pesare tutto e contare perfino le foglie di basilico ( precisina vero? ).

Sono dell’idea che se vogliamo condividere le nostre ricette dobbiamo farlo al meglio.

Una volta pronto il pesto,tagliare i polpi a pezzetti ed “avvolgerli “ nel pesto.Coprire il piatto con carta stagnola e metterlo in frigorifero.

Questo polpo va servito freddo ma non freddissimo di frigo per cui consiglio di uscire dal frigorifero il piatto da portata almeno dieci minuti prima di servire in tavola.

Servirsi, gustandolo con vino  Bianco Maggiore.

 

 

 

 

 

Il polpo al pesto verde di mandorle ed il primo “ RALLO’S BLOG-FRIENDS DAY “

Quando ho deciso di partecipare al primo blog-friends day delle cantine Rallo di Marsala,ho pensato subito a questa ricetta di polpo che è stata il mio “ cavallo di battaglia” di tante cene dove il comune denominatore delle pietanze doveva essere la facilità,per gli invitati alla cena,di servirsi da soli e mangiare senza l’ausilio del coltello (per cene all’impiedi).

Pur non essendo una intenditrice di vini,appena aperta una bottiglia di vino Bianco Maggiore,il grillo fatto a Marsala dalle cantine Rallo,ho capito,degustandolo,che ben si abbinava al piatto che avevo in mente di fare.

Il suo sapore è ben equilibrato e pieno,il suo odore è di pompelmo,con piacevoli note di ananas,agrumi e frutti tropicali; va bevuto alla temperatura di 10°-12° C .

 

 

 

 

Ingredienti:

due polpi da 350 g ciascuno

30 foglie di basilico fresco

30 g di mandorle bianche

80 ml di olio extravergine d’oliva

due spicchi d’aglio rosso di Nubia

sale q.b.

Inoltre per accompagnamento:

vino Bianco Maggiore grillo I.G. P. Sicilia delle cantine Rallo di Marsala

 

Iniziare con il pulire e lavare bene i due polpi.

Mettere una pentola con dell’acqua sul fuoco e,appena bolle,versare i polpi tenendoli dalla testa e facendoli entrare ed uscire dall’acqua bollente per ben tre volte.

Mettere il coperchio e cuocere 20 minuti.

Trascorso il tempo,spegnere il fuoco,versare in pentola un pugnetto di sale (meglio non abbondare perchè a mettere ci siamo ma a togliere no…)e rimettere il coperchio al tegame per fare riposare altri 10 minuti il polpo a fuoco spento. I minuti di cottura e di riposo dipendono,naturalmente,dalla grossezza dei polpi. Non dobbiamo avere dei polpi duri e gommosi nè dei polpi spellati e stracotti ( qui ci vuole la maestria della brava cuoca!!!).

Fatto ciò togliere subito i polpi dal tegame e metterli su un largo piatto per freddarli.

Intanto è il momento di fare il profumato pesto verde di mandorle.

In un mixer inserire aglio,basilico,mandorle ed un pizzico di sale e frullare il tutto unendo,pian piano,l’olio.

Si raccomanda di non abbondare con le mandorle perchè deve predominare il sapore del basilico ed anche perchè non garantisco più la riuscita del piatto. Ho sempre fatto questa buona ricetta “ ad occhio” ma questa volta ho voluto pesare tutto e contare perfino le foglie di basilico ( precisina vero? ).

Sono dell’idea che se vogliamo condividere le nostre ricette dobbiamo farlo al meglio.

Una volta pronto il pesto,tagliare i polpi a pezzetti ed “avvolgerli “ nel pesto.Coprire il piatto con carta stagnola e metterlo in frigorifero.

Questo polpo va servito freddo ma non freddissimo di frigo per cui consiglio di uscire dal frigorifero il piatto da portata almeno dieci minuti prima di servire in tavola.

Servirsi, gustandolo con vino  Bianco Maggiore.

 

 

 

 

 

Le ricette di oggi a La Prova del Cuoco dell?8 novembre 2012

Pubblicato da Melody Laurino[1] alle giovedì, 8 novembre 2012 e classificato in Programmi TV[2], Ricette La prova del cuoco[3].

    Stampa ricetta/articolo[4]

CAMPANILE ITALIANO

Oggi La Prova del Cuoco[5] dell’8 novembre 2012 parte con un Campanile italiano speciale con eccezionalmente Carlo Cambi. Campania da Caiazzo con due allevatori di bufala e preparano una tagliata con bufala e mozzarella in carrozza e la mozzarella; dalla Puglia[6] , Noci, vediamo la ricette delle mozzarelle con latte di mucca, i panzerotti e la mucca con le verdure. La vittoria va alla Puglia!

ANDREA RIBALDONE – LA RICETTA DEL PESCE AZZURRO CON PROVOLA AFFUMICATA

INGREDIENTI

  • 300 g di sgombro
  • 250  g di provola affumicata
  • 4 topinambur
  • olioextravergine di oliva q.b.
  • 100 g di spinaci

PREPARAZIONE

  • 1° segreto dello chef: Marinare con la provola il pesce in modo da dare il sapore di affumicato;
  • Frullare ad immersione la provola con acqua;
  • Mettere a marinare il pesce in questo composto, lasciando per 20 minuti;
  • Una parte del frullato tenere da parte;
  • Grattare sopra il topinambur e metterlo a mollo nell’acqua;
  • Cuocere in forno in una teglia con  un filo d’olio per 40 minuti a 160°C;
  • Asciugare il pesce e poi passare in padella con un filo d’olio, dalla parte della pelle;
  • 2° Segreto dello chef: lasciare i gambi degli spinaci per avere il contrasto dei gusti;
  • Cuocere per poco nella stessa padella, per poco tempo;
  • Servire il pesce con gli spinaci, i topinambur ed un ottimo vino bianco;

NATALIA CATTELANI- RICETTA DEL POLLO ALLE MANDORLE CON VERDURE

INGREDIENTI

  • 150 g di mandorle spellate
  • 2 carote (100 g circa)
  • 450 g di petto di pollo
  • 100 g di cipollotti
  • 150 g di peperoni verdi
  • 100 g di funghi champignon
  • 2 cucchai di amido di mais
  • salsa di soia
  • 1 centimetro circa di radice di zenzero
  • olio di semi di arachide

PREPARAZIONE

  • Amalgamare la salsa di soia con l’amido;
  • Aggiungere una grattatina di zentero;
  • Mettere il pollo in questa salsa, lasciando per un paio d’orette;
  • Aggiungere il pollo in una wok;
  • Friggere le mandorle nell’olio di semi, in un’altra wok;
  • Aggiungere tutte le verdure;
  • Dopo che il pollo è quasi cotto, aggiungere tutte ler verdure nella wok;
  • Servire con delle palline di riso a piacere;
Continua la lettura » 1 2

A,Andrea Ribaldone,Anna Moroni,Campania,Campanile Italiano,cesare marretti,panna,Pesce,piselli,provola,puglia,Riccardo Facchini[7][8][9][10][11][12][13][14][15][16][17]

References

  1. ^ Melody Laurino (plus.google.com)
  2. ^ Visualizza tutti gli articoli in Programmi TV (www.imenùdibenedetta.com)
  3. ^ Visualizza tutti gli articoli in Ricette La prova del cuoco (www.imenùdibenedetta.com)
  4. ^ Stampa ricetta/articolo (www.imenùdibenedetta.com)
  5. ^ Prova del Cuoco (www.imenùdibenedetta.com)
  6. ^ Puglia (www.imenùdibenedetta.com)
  7. ^ Andrea Ribaldone (www.imenùdibenedetta.com)
  8. ^ Anna Moroni (www.imenùdibenedetta.com)
  9. ^ Campania (www.imenùdibenedetta.com)
  10. ^ Campanile Italiano (www.imenùdibenedetta.com)
  11. ^ cesare marretti (www.imenùdibenedetta.com)
  12. ^ panna (www.imenùdibenedetta.com)
  13. ^ Pesce (www.imenùdibenedetta.com)
  14. ^ piselli (www.imenùdibenedetta.com)
  15. ^ provola (www.imenùdibenedetta.com)
  16. ^ puglia (www.imenùdibenedetta.com)
  17. ^ Riccardo Facchini (www.imenùdibenedetta.com)