Subscribe via RSS

Pasta al San Pietro e Melanzana

Un delizioso primo piatto a base di pesce e verdure proposto oggi da Benedetta Parodi, che ha cucinato una pasta con il san pietro e le melanzane cotte molto morbide rendendole quasi purè. Ecco i segreti di questo piatto.

Tratta da: Molto Bene del 19 marzo 2014[1]
Tempo preparazione e cottura:  20 min. ca.

Ingredienti Pasta al San Pietro e Melanzana per 4 persone:

  • 1 melanzana
  • olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • peperoncino qb
  • sale
  • acqua di cottura
  • 2 cipollotti
  • 500 gr di San Pietro
  • vino bianco qb
  • basilico qb
  • 300 gr di fusilli bucati corti
  • 50 gr di pomodorini
  • pepe

Procedimento ricetta Pasta al San Pietro e Melanzana di Benedetta Parodi

  1. Mettere a bollire l’acqua per la pasta.
  2. Rosolare l’aglio in una padella con una quantità generosa d’olio e peperoncino a piacere.
  3. Sbucciare la melanzana e tagliarla a dadini piccoli, poi buttarla in padella.
  4. Dopo un minuto salare, aggiungere un po’ d’acqua di cottura e coprire. Lasciare andare finché non si ammorbidiscono bene e se necessario aggiungere ancora un po’ d’acqua.
  5. Nel frattempo tritare i cipollotti e metterli a rosolare in un altra padella con un po’ d’olio.
  6. Tagliare a pezzetti il pesce e unirlo al soffritto di cipolla, rosolare qualche istante poi sfumare con il vino.
  7. Quando le melanzane sono belle morbide, aggiungere qualche foglia di basilico, poi trasferire il tutto nella padella con il pesce.
  8. Scolare la pasta al dente e saltarla velocemente nella padella con il condimento.
  9. Impiattare completando con basilico fresco, pepe e pomodorini tagliati a dadini.

References

  1. ^ Molto Bene del 19 marzo 2014

Spaghetti alla Trinacria

Ricetta a tema con il menu siciliano anche la salva-cena cucinata questa sera da Benedetta. Si tratta della pasta alla trinacria, un piatto tipico della Sicilia che ha diverse varianti, tra cui con linguine, bucatini o, come in questo caso, con gli spaghetti. Ad accompagnare questo piatto Benedetta propone anche delle bruschette ai peperoni.

Puntata I Menu di Benedetta: 23 gennaio 2013 (Menu Siciliano[1])
Tempo preparazione e cottura:  ca.

Ingredienti Spaghetti alla Trinacria per 4 persone:

  • 300 gr di spaghetti
  • 1 spicchio di aglio
  • ½ peperone
  • 1 cucchiaio di pasta di acciughe
  • Olio
  • 10 olive nere
  • 1 bicchiere di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • Origano
  • Basilico
  • 1 foglia di alloro
  • Pecorino grattugiato
  • fette di pane tipo toscano
  • mozzarella
  • peperoni

Procedimento ricetta Spaghetti alla Trinacria di Benedetta Parodi

  1. Mettere a lessare la pasta.
  2. Tritare il peperone al coltello e rosolarlo coperto in padella con l’olio, l’aglio e la cipolla affettata finemente.
  3. Aggiungere anche le olive e la pasta di acciughe al soffritto, aggiustare di sale e completare con una manciata di origano, poi coprire nuovamente.
  4. Per le bruschette rosolare il pane in padella con un goccio d’olio su entrambi i lati.
  5. Farcire la bruschetta con un cucchiaio di soffritto e mozzarella tagliata a dadini, poi mettere a gratinare in padella coperta.
  6. Nella padella del soffritto aggiungere anche la passata di pomodoro e terminare la cottura in pochi minuti.
  7. Scolare la pasta al dente e saltarla in padella con il sugo.
  8. Servire con basilico e pecorino grattugiato.

References

  1. ^ Menu Siciliano

Una triste pasta gratinata!


<a href="http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Una triste pasta gratinata!

Una triste pasta gratinata!




Questa potrebbe essere una delle ultime ricette che scrivo…

Ammetto che sta diventando un po’ pesante e poco stimolante continuare ad aggiornare questo blog. Forse sbaglio l’intestazione dei post, forse il mio modo di spiegare in dettaglio tutti i vari passaggi di una ricetta rende noiosa la sua lettura. La mia intenzione era di condividere con altre persone le mie esperienze in cucina, e da questo speravo potesse nascere un confronto e uno scambio di idee e suggerimenti. Purtroppo non sono riuscita a catturare l’attenzione di molti, ovviamente ringrazio le persone che mi seguono e ogni tanto mi scrivono. 
Mi sento come un puntino invisibile in un immenso oceano!
Dopo questa “patetica” presentazione vi lascio comunque la ricetta della pasta che ho preparato ieri. La ricetta è di mia elaborazione, anche se sicuramente se ne trovano mille di ricette simili.
Ingredienti per 6 persone:

  • 400 grammi di pennette;
  • 800 grammi circa di cavolfiore;
  • una cipolla;
  • 2 foglie di alloro;
  • un ciuffetto di prezzemolo;
  • noce moscata;
  • 250 ml di latte;
  • 40 grammi di provola;
  • un tuorlo e un uovo intero;
  • un cucchiaino di maizena

Cuocete una parte del cavolo insieme alla cipolla, un cucchiaio d’olio, il latte e due foglie di alloro. Proseguite la cottura fino a quando i cavoli risulteranno molto teneri. Frullate il tutto e  aggiungete le uova, il prezzemolo, la noce moscata.
Lessate le rimanenti cimette di cavolo, e scolatele ancora un po al dente. Nella stessa acqua cuocete la pasta e scolate anch’essa a metà cottura. Miscelatela alla salsa di cavoli. Imburrate una pirofila, disponete sul fondo una parte delle cimette di cavolfiore, versate tutta la pasta e ultimate con le restanti cimette. Spolverate con del grana e i cubetti di provola. Mettete in forno preriscaldato a 180°C per circa 15-20 minuti.
Questo è ciò che è venuto fuori.





Potrei concludere invitando coloro che provano questa ricetta di farmi sapere cosa ne pensano e quali modifiche apporterebbero, ma tanto so già che nessuno risponderà a questa mia esortazione. Quindi dico semplicemente che se riesco a ritrovare un po’ di buonumore, forse ritornerò ad aggiornare questo piccolo spazio…