Subscribe via RSS

Pasta con Zucca e Lardo

Oggi “è pronto” un primo dal sapore molto invernale nella cucina di Benedetta Parodi: si tratta di una pasta con zucca e lardo, mantecata con il parmigiano come fosse un risotto e completato aromatizzandola con del rosmarino. Ecco nel dettaglio questa golosa ricetta.

Tratta da Corrieretv del: 10 dicembre 2013
Tempo preparazione e cottura:  20 min. ca.

Ingredienti Pasta con Zucca e Lardo per 4 persone:

  • 250 gr di penne 
  • 300 gr zucca 
  • 1 scalogno 
  • 120 gr lardo 
  • vino bianco qb 
  • parmigiano qb 
  • olio qb 
  • sale
  • rosmarino 

Procedimento ricetta Pasta con Zucca e Lardo di Benedetta Parodi

  1. Tagliare a dadini piccoli la zucca e metterla in una casseruola unta con poco olio sul fuoco.
  2. Mentre la zucca rosola, tagliare a pezzetti il lardo, poi unirlo alla zucca ben rosolata e farlo sciogliere mescolando.
  3. Nel frattempo mettere a lessare la pasta in acqua salata bollente.
  4. Sfumare lardo e zucca con il vino bianco, poi unire rosmarino e aggiustare di sale.
  5. Man mano che il vino asciuga, allungare con un po’ di acqua di cottura della pasta.
  6. Quando la zucca è cotta, spegnere il fuoco e frullare leggermente col mixer ad immersione, in modo tale che il sugo sia in parte cremoso e in parte a pezzetti.
  7. Scolare le penne e ripassarle nella casseruola con lardo e zucca a fuoco acceso con un goccio di acqua di cottura per fare insaporire bene la pasta.
  8. A fuoco spento mantecare con parmigiano.

Mummia al Forno

Una ricetta da preparare in compagnia dei propri bambini, come ha fatto Benedetta, per la notte di Halloween. La “Mummia al Forno” in realtà è un polpettone di carne a forma “umana” con una decorazione di formaggio per realizzare le bende.

Puntata I Menu di Benedetta: 30 ottobre 2012 (Menu Dolcetto o Scherzetto?[1])
Tempo preparazione e cottura: 45 min ca.

Ingredienti Mummia al Forno per 4 persone:

  • 1 kg di carne trita di manzo
  • 3 uova
  • 10 cucchiai di parmigiano
  • sale
  • prezzemolo qb
  • cipolla essiccata qb
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • formaggio a fette qb
  • olive nere e rosmarino qb

Procedimento ricetta Mummia al Forno di Benedetta Parodi

  1. Mescolare la carne trita con uova e parmigiano.
  2. Salare e aggiungere prezzemolo, cipolla essiccata e pangrattato.
  3. Tenere da parte due palline di impasto e con il resto formare un polpettone sulla placca da forno, sagomando la testa e il busto della mummia.
  4. Con l’impasto tenuto da parte formare le braccia da applicare sul busto.
  5. Infornare per 30 minuti a 180 gradi.
  6. Nel frattempo tagliare a striscioline in formaggio a fette.
  7. Appena sfornato il polpettone, applicare le striscioline di formaggio per formare le bende.
  8. Ripassare in forno per un paio di minuti appena per far sciogliere il formaggio.
  9. Completare con due mezze olive nere per formare gli occhi e due rametti di rosmarino per gli scettri.

References

  1. ^ Menu Dolcetto o Scherzetto?

Risotto agli asparagi e peperoni

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

Lo so,
siamo fuori stagione, ma se ti prende la voglia di un risotto agli asparagi che
fai? Per fortuna il gelo mi è venuto in aiuto e ho potuto preparare questa ricetta
grazie agli asparagi surgelati. Temevo rimanessero un po’ “mollicci”, invece il
risultato è stato ottimo, per questo vi suggerisco la marca.
L’asparago
è una pianta selvatica originaria del bacino mediterraneo e, in particolare,
delle regioni centrali e settentrionali dell’Europa, dell’Asia centrale e
occidentale, dell’Egitto, dell’Algeria e della penisola Iberica.
La
produzione nazionale di asparagi è prevalentemente concentrata in Emilia
Romagna, Piemonte e Veneto.  Gli
ortofrutticoltori italiani ne suggeriscono l’acquisto e il consumo a partire
dal mese di aprile. Dal punto di vista nutrizionale, nell’asparago sono
contenute proteine, sali minerali e vitamine. Ottimo contorno, l’asparago è una
verdura assai apprezzata dai buongustai. Esistono circa venti tipi di asparago,
i più comuni sono quello verde e quello bianco.

Ingredienti
per 4 persone:
320
gr di riso Carnaroli
1
confezione di asparagi surgelati Buitoni
1
peperone rosso piccolo
1
peperone giallo piccolo
1
scalogno
Mezzo
bicchiere di vino bianco secco
1
lt. di brodo vegetale salato caldo
4
cucchiai di olio extravergine d’oliva
4
cucchiai di Parmigiano Reggiano
Una
noce di burro
Procedimento
Fate
cuocere gli asparagi a vapore per cinque minuti, senza scongelarli prima, poi tagliate
le punte e riducete a rondelle i gambi. Tenete da parte le punte, vi serviranno
per guarnire.
Pulite
i peperoni e tagliateli prima a falde e poi a dadini.
Affettate
lo scalogno e mettetelo in una casseruola con l’olio, i peperoni, i gambi degli
asparagi e fate dorare per cinque minuti, aggiungete il riso, fatelo tostare
per un minuto, sfumate con il vino e fatelo evaporare.
Versate
un mestolo di brodo vegetale caldo e continuate la cottura per 18/20 minuti
versando, poco alla volta, il rimanente brodo bollente. Togliete dal fuoco il
risotto e mantecatelo con la noce di burro e il Parmigiano.
Impiattate
e guarnite con le punte degli asparagi tenute da parte e, se volete, potete
aggiungere delle cialdine di Parmigiano come nella foto.
Le
cialdine si fanno in maniera molto semplice. Grattugiate quattro cucchiai di
Parmigiano e versateli in un padellino antiaderente di circa 12/ 15 cm, molto
caldo, lasciate sciogliere e dorare leggermente poi stendete il composto,
aiutandovi con un paletta su di una piccola ciotola rovesciata. Lasciate
raffreddare e spaccate il cestino ottenuto in più cialdine.
Buon
appetito!