Subscribe via RSS

Calzone di Cipolle

Cipolle di Tropea e qualche acciughina sono gli ingredienti fondamentali per il calzone pugliese cucinato come antipasto questa sera da Benedetta. Vediamo nel dettaglio tutti gli ingredienti e la preparazione

Puntata I Menu di Benedetta: 24 settembre 2012 (Menu Pugliese[1])
Tempo preparazione e cottura:  60 min. ca.

Ingredienti Calzone di Cipolle per 4 persone:

  • 4-5 cipolle rosse
  • olio
  • 4-5 acciughe
  • acqua qb
  • basilico qb
  • 2 rotoli di pasta sfoglia
  • 1 uovo
  • pecorino qb

Procedimento ricetta Calzone di Cipolle di Benedetta Parodi

  1. Tagliare le cipolle a spicchi e metterle in padella con un filo d’olio e le acciughe.
  2. Lasciare cuocere a fuoco dolcissimo, aggiungendo un po’ di acqua e il basilico
  3. Stendere un rotolo di sfoglia sulla teglia e bucherellarla.
  4. Una volta intiepidite le cipolle, aggiungervi l’uovo e il pecorino.
  5. Farcire la sfoglia con questo composto, poi coprirla con il secondo rotolo sigillando bene i bordi.
  6. Cuocere in forno a 200 gradi per circa 40 minuti.

References

  1. ^ Menu Pugliese

Le polpettine di mozzarella

E’ venerdì! Ultima puntata della settimana de I menu di Benedetta. Ma per me le “fatiche” ai fornelli non si fermano con l’arrivo del weekend. Questo fine settimana voglio sperimentare nuove ricettine da fare poi in trasmissione. Intanto oggi vi segnalo queste polpettine di mozzarella.  I miei bambini ne vanno matti.  Ma a dire il vero anche io e Fabio le adoriamo. Sono semplicissime da preparare e il risultato è golosissimo. Mi raccomando servite le polpettine  non appena le avrete tolte dall’olio, belle calde e croccanti. Sono talmente buone che dovrete stare attenti a non esagerare….

INGREDIENTI
150 gr di mozzarella a treccia
150 gr di mollica di pane fresco
100 gr di parmigiano grattugiato
3 uova
Farina qb
Rametti di maggiorana qb
Noce moscata qb
Olio di semi
Sale

Procedimento:
Riunire nel mixer la mollica di pane spezzettata, la mozzarella ridotta a tocchetti, le uova, una presa di sale, il grana grattugiato e le foglie di maggiorana e un pizzico di noce moscata. Tritare gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo. Formate delle polpettine tonde della grandezza di una noce, passatele nella farina e poi scuotetele delicatamente per eliminare quella in eccesso.
Scaldate abbondante olio in una padella per fritti, con una paletta adagiatevi le polpettine e friggetele finché non saranno dorate e croccanti. Quindi preleva tele, fatele asciugare su carta assorbente e servitele ben calde

Arrabbiatella di Gragnano con Polipo, Funghi e Pomodorini per il 1° Rallo Blog-Friend Day delle Cantine Rallo

Arrabbiatella di Gragnano con Polipo, Funghi e Pomodorini

Ingredienti per 4 persone:
500 gr di penne all’arrabbiata di Gragnano,
polipo surgelato (ma potete usare anche il fresco),
30 gr di funghi secchi
10 pomodorini maturi,
aglio,
olio,
sale,
pepe bianco,
carota,
sedano,
cipolla.
Per prima cosa scongelare il polipo la sera prima (circa 12 ore in frigo).
La mattina mettete a rinvenire i funghi secchi per circa 6 ore in una ciotola con dell’acqua calda (circa 40°).
In una pentola capiente preparare un brodo vegetale mettendo a bollire la carota, il sedano e la cipolla, una volta giunta a bollore calarvi il polipo scongelato e lavato per bene e lasciar cuocere fino a che non sia tenero  infilzandolo con una forchetta.
Lasciare nell’acqua di bollitura per una mezz’ora, scolare e passare in acqua fredda.
In una padella mettere a rosolare dell’olio con uno spicchio d’aglio, unire i funghi lavati e ben strizzati e portare a cottura aiutandovi con qualche mestolo di acqua calda.
Unire il polipo tagliato a pezzetti e lasciar insaporire, salare e pepare.
Unire i pomodorini tagliati a spicchi e privati dei semi, saltare e spegnere tenendo il tutto coperto.
Cuocere la pasta al dente e versare nella padella con i funghi e il polipo.
Saltare ancora qualche minuto e servire caldo.


Abbiamo accompagnato il piatto con un buon bicchiere di vino bianco offertoci gentilmente dalle Cantine Rallo.
La varietà dell’uva è Grillo e il nostro bicchiere è un Bianco Maggiore.
Vino aromatico, dal gusto deciso ma “dolce” al gusto, lo vedrei bene anche con un dolce rustico tipo una torta di mele, si sposa bene.
Ne abbiamo approfittato e visto che ce ne hanno inviate due bottiglie, oltre ad accompagnare il piatto, l’abbiamo servito anche come aperitivo accompagnato da una bruschetta di pane casereccio con pancetta e formaggio.
Ringrazio le Cantine Rallo per questo vino squisito.