Subscribe via RSS

Tonno di Coniglio

Tonno di Coniglio, sebbene il nome di questa ricetta è molto particolare e può sembrare un controsenso culinario, in realtà si tratta di un piatto della cucina piemontese molto semplice per cucinare il coniglio in maniera diversa da quella classica. Ecco i segreti di Benedetta per preparare questo piatto

Puntata I Menu di Benedetta: 28 settembre 2012 (Menu Sembra ma non è[1])
Tempo preparazione e cottura: 100 min + 2 ore ca.

Ingredienti Tonno di Coniglio per 4 persone:

  • 1 sedano
  • 1 porro
  • 1 cipolla
  • chiodi di garofano qb
  • 1 carota
  • prezzemolo qb
  • alloro qb
  • sale
  • 1 coniglio
  • aglio qb
  • salvia qb
  • olio

Procedimento ricetta Tonno di Coniglio di Benedetta Parodi

  1. Preparare un brodo facendo bollire tutte le verdure con gli aromi (chiodi di garofano, prezzemolo, alloro) in acqua.
  2. Mettere a cuocere anche il coniglio in questo brodo e lasciare sul fuoco per un ora e mezza.
  3. Disossare la carne lessa e comporre il piatto alternando in una ciotola strati di carne, aglio e salvia.
  4. Ricoprire d’olio e lasciare riposare qualche ora in frigorifero.

References

  1. ^ Menu Sembra ma non è

Focaccia soffice con pomodorini

Fra la magia dei lievitati un posto d’onore spetta sicuramente alle focacce, ottime per uno spuntino, per una cena speciale e per far festa con gli amici, per festeggiare l’arrivo dell’autunno ecco la meravigliosa focaccia soffice con dei buonissimi pomodorini confit imparata al corso di Adriano e Paoletta. 

Per poter utilizzare poco lievito, il procedimento nei tempi d’attesa non è velocissimo, però il gusto e il risultato ripaga l’attesa. 
500gr farina 0 (proteine 12%) 
100gr acqua 
170gr birra chiara 
150gr yogurt magro 
20gr fiocchi di patate 
30gr strutto 
11gr sale 
5gr lievito di birra 
1 cucchiaino malto 
Olio d’oliva 
Pomodorini confit o sale grosso 
Poolish 
Fare un poolish con l’acqua, 60gr di birra, 140gr di farina, malto, lievito e fiocchi di patate amalgamare gli ingredienti molto bene e poi lasciare lievitare coperto per circa 90 minuti 
Quando il nostro poolish sarà ben lievitato aggiungere la birra avanzata, lo yogurt e circa metà della farina ed amalgamiamo il tutto fino ad avere un impasto bello cremoso, quindi aggiungiamo la restante farina e il sale. Amalgamiamo ancora molto bene fino ad avere un impasto bello liscio ed elastico. 
Se utilizziamo l’impastatrice lavoriamo fino ad incordatura, ma si può lavorare benissimo anche a mano ci vuole solo un po’ di pazienza. 
Ad impasto ben lavorato, elastico e liscio aggiungiamo gradatamente lo strutto e facciamolo assorbire bene, quando avrà ben incorporato lo strutto sarà leggermente semilucido e molto elastico. 
Copriamo e lasciamo raddoppiare. 
A lievitazione avvenuta rovesciamo l’impasto sulla spianatoia, pieghiamo in tre e poi chiudiamo a filone quindi rimettere a lievitare fino al raddoppio. 
Possiamo anche farlo lievitare più a lungo mettendolo in frigo fino ad un massimo di 12 ore, quando vogliamo fare la focaccia prima di proseguire dobbiamo però ricordarci di tenerlo per un’ora a temperatura ambiente. 
A lievitazione avvenuta lo adagiamo con la chiusura in alto, in una teglia da forno ben oliata e subito dopo ribaltiamo l’impasto (serve per oliare bene entrambi i lati senza usare troppo olio) 
Spianiamo bene l’impasto con le mani unte facendo forza solo con i polpastrelli umidifichiamo leggermente la superficie con un po’ d’olio se serve e lasciamo raddoppiare 
Quando sarà lievitata ungiamo con un filo d’olio, con la punta di una forbice senza affondarla ma tenendola parallela alla pasta facciamo dei piccoli tagli solleviamo leggermente la pasta e inseriamo i pomodorini confit, poi copriamo con la pasta sollevata proseguiamo così ad intervalli regolari
Coprire i pomodorini con la pasta permette agli stessi di non bruciarsi e rimanere ben affondati nella focaccia
oppure possiamo praticare delle fossette e cospargiamo con un po’ di sale grosso ed infornare a 220° per circa 13-15 minuti 
Pomodorini confit
Per fare i pomodorini confit, tagliare dei pomodorini per il lungo metterli sulla teglia del forno con il taglio in alto, cospargerli leggermente con un po’ di sale e un pizzico di zucchero di canna e poi passarli al forno a 140° per circa un’ora
Questa focaccia è veramente deliziosa finisce come neve al sole
Ciao a presto e non fatevela scappare

Grissini olive e capperi e tozzetti al rosmarino

Estate tempo di scampagnate e cene con amici, in compagnia non servono sempre grandi piatti, saranno apprezzati anche qualche stuzzichino da sgranocchiare tra una chiacchiera e l’altra. 
A me come accompagnamento piacciono molto i grissini o anche dei piccoli panini e così ecco nascere grissini al rosmarino e alle olive e capperi. Simpatici da sgranocchiare e di sicuro successo con la ricetta delle “crescenti” delle sorelle Simili. 

Ho usato in entrambi i casi la stessa base molto morbida, cambiando solo gli ingredienti aromatici e la forma


Tozzetti al rosmarino
500gr farina 00
200gr acqua
12gr lievito di birra
50gr strutto
60gr olio d’oliva
7gr sale
3 cucchiai rosmarino tritato fresco

Grissini olive e capperi
500gr farina 00
200gr acqua
12gr lievito di birra
50gr strutto
60gr olio d’oliva
7gr sale
3 cucchiai olive nere e capperi tritati

Impastare tutti gli ingredienti di ogni impasto fino a formare una bella palla lavorata che metteremo in una ciotola (una per ogni impasto) coperta con pellicola e lasceremo lievitare fino al raddoppio, circa 50 minuti.

Quando i nostri impasti saranno ben lievitati, rovesciarli sulla spianatoia e stenderli leggermente con il mattarello in un rettangolo uniforme.
Per i tozzetti al rosmarino con una rotella dentata tagliare l’impasto in strisce larghe 1cm circa e poi in tozzetti lunghi un dito,
spennellare bene con olio d’oliva e trasferire sulla teglia e far lievitare per circa 25 minuti e poi far cuocere in forno caldo a 190° per circa 18 minuti
Per i grissini alle olive e capperi tagliare invece il rettangolo, con una spatola o coltello, in due parti e poi da ogni parte ricavare dei grissini lunghi e larghi circa mezzo cm. 
Poi mettere anche i grissini a lievitare per circa 25 minuti quindi cuocerli a 190° per circa 18 minuti.
Quando sono cotti mettere a raffreddare su una griglia
e poi servire con un aperitivo o a piacere. 
Qui li avevo presentati con dei deliziosi biscottini al limone e al cocco
Con questi stuzzichini vi auguro buon inizio estate