Subscribe via RSS

Gnocchi alla Romana

Gli gnocchi alla romana sono dei dischetti di semolino tipici della cucina tradizionale laziale. Una volta cotto il semolino nel latte, questi gnocchi vengono gratinati al forno con il formaggio e serviti subito. Benedetta questa sera ci insegna a prepararli secondo la sua ricetta, accompagnata dalla gradevole presenza dell’attore e modello brasiliano Bruno Cabrerizo.

Puntata I Menu di Benedetta: 24 gennaio 2013 (Menu Giovedì Gnocchi[1])
Tempo preparazione e cottura: 25 min. ca.

Ingredienti Gnocchi alla Romana per 4 persone:

  • 1 l latte
  • 100 gr di burro
  • sale
  • 250 gr di semolino
  • 2 tuorli
  • 100 gr di parmigiano
  • olio
  • parmigiano
  • burro

Procedimento ricetta Gnocchi alla Romana di Benedetta Parodi

  1. Portare a bollore il latte in una pentola sul fuoco poi aggiungere il burro e il sale e mescolare.
  2. Continuando a mescolare, aggiungere il semolino a pioggia. Quando il semolino inizia a staccarsi dalle pareti, spegnere il fuoco.
  3. Aggiungere il parmigiano e i tuorli all’impasto, sempre a fuoco spento, e mescolare.
  4. Trasferire l’impasto in una teglia unta d’olio, compattando bene uno strato uniforme e lasciare raffreddare.
  5. Ritagliare la pasta a dischetti con un coppapasta o un bicchiere.
  6. Mettere questi gnocchi in una pirofila unta d’olio disposti in fila e leggermente sovrapposti.
  7. Spolverizzare con parmigiano e completare con fiocchi di burro.
  8. Mettere a gratinare in forno a 250 gradi con funzione grill per un paio di minuti circa.

References

  1. ^ Menu Giovedì Gnocchi

Cordon Bleu con Pasta e Piselli

In un menu francese non potevano mancare i cordon bleu, la famosa fettina di vitello impanata e ripiena di prosciutto e formaggio. Benedetta, per non lasciare nulla al caso, decide di prepararli come piatto unico nella sua sfida contro il tempo accompagnandolo con un primo semplicissimo, pasta e piselli.

Puntata I Menu di Benedetta: 29 gennaio 2013 (Menu Vive la France![1])
Tempo preparazione e cottura: 15 min. ca.

Ingredienti Cordon Bleu con Pasta e Piselli per 4 persone:

  • 4 scaloppine di vitello piuttosto larghe e sottili da ripiegare
  • 4  fette di prosciutto cotto
  • 4 fettine di formaggio groviera
  • 1 uovo
  • farina qb
  • pan grattato qb
  • olio per friggere qb
  • sale e pepe qb
  • 250 gr di pasta corta
  • 200 gr di piselli surgelati
  • Olio
  • Parmigiano
  • Sale

Procedimento ricetta Cordon Bleu con Pasta e Piselli di Benedetta Parodi

  1. Cuocere insieme in acqua bollente salata la pasta con i piselli surgelati.
  2. Battere le fettine di vitello, poi farcirle ognuna con una fetta di formaggio, poi richiuderle.
  3. Passare la carne nella farina, poi nell’uovo ed infine nel pangrattato.
  4. Friggere i cordon bleu in una padella con poco olio, rigirandoli su entrambi i lati.
  5. Scolare pasta e piselli e condirli con il prosciutto tagliato a pezzetti e l’olio (o il burro).
  6. Servire i cordon bleu con la pasta come piatto unico.

References

  1. ^ Menu Vive la France!

L’asiago stagionato con gelo di vino nero d’Avola e due nuove collaborazioni

 

Adoro gli antipastini!!! Sono le prime cose che si mettono in tavola….e con la fame che mi ritrovo…..

 

Ingredienti:

formaggio asiago stagionato (vecchio) Consorzio Tutela Formaggio Asiago

gelo di vino nero D’avola IGT Sicilia Agripantel

pane (consiglio il panino morbido,tagliato a dadini e non tostato)

 

In una antipastiera a tre scomparti porre da una parte una dadolata di ottimo formaggio asiago stagionato,dall’altra dadini di un morbido panino ed al centro il buonissimo gelo di vino nero d’Avola.

Senza fatica,l’antipasto è pronto da servire.

 

 

L’asiago è un formaggio italiano prodotto in due diverse tipologie: fresco e stagionato.

Nel 1979 è nato il Consorzio Tutela Formaggio Asiago,nel 1996 si è avuto,da parte dell’Unione Europea,il riconoscimento dell’asiago come formaggio DOP (cioè a denominazione di origine protetta).

Il Consorzio,associazione composta da produttori di latte,produttori di formaggio e stagionatori,segue il prodotto dalla raccolta della materia prima alla produzione nei caseifici e durante il confezionamento,fino alla etichettatura ed alla commercializzazione.

Il formaggio asiago stagionato (detto formaggio da meditazione in quanto non va addentato ma piuttosto masticato con calma) viene chiamato anche:

mezzano-stagionatura da 4 a 6 mesi

vecchio-stagionatura oltre 10 mesi

stravecchio-stagionatura oltre 15 mesi.

 

 

 

 

Dopo tutto questo buon formaggio,un dolcino ci vorrebbe proprio ma non ho avuto il tempo di prepararlo….intanto vi anticipo ciò che farò ….con Silikomart.

Silikomart è un’azienda che propone prodotti che soddisfano pienamente le esigenze di chi ama cucinare.

Tutta la produzione è rigorosamente Made In Italy e viene adoperato il miglior silicone in commercio ovvero il silicone liquido platinico al 100% ( completamente inodore,atossico ed insapore).

Visitando il loro sito mi viene da dire:

Cucinare è bello

Cucinare è facile

Cucinare è Silikomart