Subscribe via RSS

Sformato di riso e zucchine

My Cooking Idea. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Sformato di riso e zucchine

Sformato di riso e zucchine




Finalmente un vero sformato, inteso come una preparazione estratta integra dallo stampo! Basta avere gli ingredienti di buona qualità e nelle giuste dosi…

Tempo fa ho pubblicato la ricetta dello sformato con i fiori di zucca, il cui risultato però non è stato dei migliori..e poiché io non mi dò mai per vinta, appena ho avuto a disposizione una sufficiente quantità di fiori ho deciso di replicare la tale preparazione, però con un ripieno diverso, ho realizzato così uno sformato di riso. Per questa ricetta mi sono ispirata a quella precedente, però ho sostituito ricotta e uova con del riso di tipo originario che permette di ottenere un composto compatto.
Ingredienti per 4 persone:

  • 500 grammi di fiori di zucca ( la quantità dipende dal tipo di stampo che avete scelto);
  • 320 grammi di riso originario;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 1 zucchina;
  • un rametto di erbe aromatiche miste;
  • 2 foglie di alloro;
  • noce moscata;
  • un bicchiere di latte;
  • 3 cucchiai di grana;
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva.

Fate lessare il riso in abbondante acqua salata. Nel mentre preparate il condimento: lavate e mondate le zucchine, tagliatele alla julienne e fatele insaporire per pochi minuti in una padella con l’olio, l’aglio tritato, alcuni fiori di zucca spezzettati e le foglie di alloro. Scolate il riso quando risulta essere ancora un po al dente (circa 2- 3 minuti prima del termine del tempo di cottura indicata sulla confezione) e versatelo nella padella contenente le  zucchine. Versate subito un bicchiere di latte tiepido e fate cuocere ancora finché il composto risulterà ben asciutto. Una volta spento aggiungete il grana grattugiato, la noce moscata e le erbe aromatiche da voi scelte.
Imburrate lo stampo e rivestitelo completamente con i fiori di zucca ben aperti, distribuitevi sopra il composto di riso, livellate la superficie e ricoprite ancora con altri fiori di zucca.
Fate cuocere in forno a 170°C per circa 20-25 minuti. Come potete osservare il riso subisce una cottura piuttosto prolungata e questo gli darà modo di rilasciare una cospicua  dose  di amido che tenderà a  legare i chicchi tra loro. Se preferite un riso più sgranato potete usare una diversa varietà di riso oppure prestare maggiore attenzione alla cottura riducendone i tempi.



Canederli schiacciati o Pressknodel alle erbe aromatiche con radicchio

L’inverno si fa ancora sentire, fuori nevischia la primavera tarda ad arrivare, qualche gemma vorrebbe sbocciare ma si trova coperta di fiocchi di neve ………………… con questa giornata non ci sono molte idee su cosa preparare per pranzo, vi propongo un piatto veloce e sfizioso ……………………. e non preoccupatevi della spesa si fa con quello che noi abbiamo sempre in casa è anche un piatto di recupero. 


Nasce da un’idea vista sul libro “Cucina magica delle dolomiti” rielaborato per adattarlo agli ingredienti disponibili 
Canederli schiacciati alle erbe aromatiche con radicchio 
Dosi 3-4 persone 
350gr pane per canederli (pane bianco raffermo) 
1 cipolla media 
40gr erba cipollina (una bella manciata) 
origano 
timo 
rosmarino 
3 uova 
burro 
olio d’oliva 
sale e pepe 
radicchio rosso 
Tagliate la cipolla a dadini piccoli e fatela rosolare leggermente con un po’ di burro. 
Nel frattempo tagliate a dadini il pane, (va bene il pane bianco delle spaccatine ma se usate un pane con troppa crosta toglietela) poi mettetelo in una ciotola. 
Quando la nostra cipolla sarà rosolata aggiungetela ai cubetti di pane, quindi preparate un trito delle erbe aromatiche che poi aggiungeremo al pane. Mescolate un po’ i cubetti di pane per amalgamarli bene con le spezie che abbiamo aggiunto. 
Sbattete leggermente le uova, aggiungere un po’ di sale e pepe e poi versarle ai cubetti di pane con le erbe e la cipolla. A questo punto amalgamare bene gli ingredienti fino ad ottenere un bell’impasto omogeneo. E’ un impasto asciutto, però se il vostro usato era troppo secco vi consiglio di aggiungere un cucchiaio o due di latte, però non troppo l’impasto deve rimanere piuttosto asciutto non bagnato. 
Lasciate riposare l’impasto qualche minuto poi con le mana bagnate prendete un po’ d’impasto formate i canederli della dimensione preferita e schiacciateli leggermente. 
Quindi fateli rosolare delicatamente, da entrambi i lati, in una padella con un po’ d’oli e burro. 
Mentre cuociamo i nostri canederli in un altro padellino rosoliamo con un po’ di burro del radicchio che avremmo ridotto a listarelle, regolare di sale e pepe. 
Mettere il radicchio ancora caldo a specchio sul piatto, poi appoggiatevi sopra un paio di canederli e servite subito, potete se volete completare il piatto anche con un po’ di radicchio in insalata 
Piatto semplicissimo ma gustosissimo, con cui desidero augurarvi buona settimana.

Collaborazione TEC AL

Collaborazione emiliana, J

“La TEC-AL srl è situata nel cuore dell’Emilia, zona ricca di tradizione ed esperienza nel settore alimentare.
L’Azienda opera da anni nel comparto alimentare; propone miscele tecnologiche a base di ingredienti, additivi, aromi, droghe, spezie ed erbe aromatiche, anche personalizzate”…..

Nel sito, potete trovare ricette, notizie specifiche sui prodotti e vederne la gamma completa, inoltre TEC AL vi offre la possibilità di fare acquisti online.
Ringrazio l’azienda e a presto con le ricette. J