Subscribe via RSS

Comunicato stampa olio Dante e link

Date uno sguardo a questo interessante link sulla salute

IL VIAGGIO INTERATTIVO DI DANTE NEL “DIVIN PORTALE”
On line il nuovo portale degli Oleifici Mataluni dedicato ai brand Dante, Olita, Topazio, OiO e Vero

Un viaggio interattivo nella storia dei marchi degli Oleifici Mataluni, alla ricerca di nuovi linguaggi per comunicare con i consumatori più esigenti e con gli utenti più giovani.
Nasce con questo obiettivo il nuovo portale www.oleificimataluni.com, ideato per offrire contenuti più dinamici e sempre più integrati con social network e food blog.
Da oggi, infatti, sono on line i nuovi siti di Olio Dante (www.oliodante.com), Olio Topazio (www.oliotopazio.com), Olio OiO (www.oliooio.com), Olio Olita (www.olioolita.com) e Olio Vero (www.oliovero.it) che, insieme al sito www.condisano.com dedicato a Condisano, l’olio con la vitamina D, rappresentano i brand più importanti dell’industria sannita.
Gli Oleifici Mataluni, dunque, confermano la propria vocazione all’innovazione anche nel settore Digital, presentando una nuova immagine coordinata, che comprende anche il restyling dei loghi, la realizzazione di tutti gli elementi di corporate identity e l’ideazione di una piattaforma integrata di accesso a Facebook, Youtube e al mondo dei food blog.
I siti raccontano oltre 100 anni di storia dei marchi italiani e 80 anni di esperienza Mataluni, presentando i leggendari Caroselli, i manifesti pubblicitari dell’epoca, i prodotti e le caratteristiche del packaging prodotto dal Centro di ricerca dell’industria olearia (Criol).
A partire da Dante, l’olio ideato a Genova da “Giacomo Costa fu Andrea” nel 1898, quando iniziarono a partire le prime spedizioni dirette in Nord America, Argentina e Australia, paesi nei quali il consistente flusso di emigrati italiani generava una importante domanda di prodotti alimentari nazionali. La necessità di trasportare rapidamente i propri prodotti, indusse Giacomo Costa prima a procurarsi navi da carico usate e poi a farle costruire direttamente, dando vita a quella che diventerà la flotta della Costa Crociere. E non solo.
Spostandosi facilmente da un sito all’altro  grazie al menu “Brand Oleifici Mataluni” posizionato nella parte alta della home page, troviamo l’inconfondibile lattina blu di Topazio, nato dall’esperienza di una delle storiche industrie olearie italiane, la Chiari & Forti di Silea (Treviso); i Caroselli di Bice Valori per OiO, in onda sulla Rai dal 1964 al 1969, e del “cuoco sopraffino” Peppino de Filippo per Dante; la reclame di Olita, il marchio con la forchetta a tre punte ideato dall’azienda alimentare Star, con il famoso slogan “L’Olita mio”. Inoltre, in occasione del lancio del portale, è stato presentato anche il sito di Olio Vero, il primo marchio della famiglia Mataluni, nato negli anni ’60 dall’intuizione dell’Avvocato Giuseppe Mataluni, figlio del fondatore e padre di Biagio, attuale Presidente del complesso agroindustriale oleario di Montesarchio (Benevento).
La veste gestionale e grafica dei nuovi spazi web, realizzata da Core e Pixsael ICT Solution – agenzie sannite specializzate nello sviluppo e realizzazione di sistemi informativi – in collaborazione con l’Area Comunicazione e l’Ufficio Grafico degli Oleifici Mataluni, richiama lo stile minimal ed i colori che contraddistinguono i singoli brand. Nel corpo superiore delle pagine, trova spazio il menu generale da cui si accede alle informazioni sul marchio e sull’azienda, alla vetrina prodotti con le schede nutrizionali realizzate dal Criol, all’area stampa, media e alla sezione salute. In particolare, cliccando su “media” si accede ad un pannello multimediale, con la possibilità di visualizzare e scaricare la rassegna degli articoli giornalistici, immagini, spot, interviste, manifesti storici e video.

Involtini di melanzane ripieni di ricotta


<a href="http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Involtini di melanzane ripieni di ricotta

Involtini di melanzane ripieni di ricotta




Ancora una ricetta con la coppia vincente: melanzane e ricotta…
Anche questo post vede come protagoniste le melanzane, sempre accompagnate dal gusto dolce e delicato della ricotta vaccina.
 Vi propongo degli involtini  molto stuzzicanti, realizzati con delle fette di melanzane che racchiudono al loro interno una crema di ricotta, vivacizzata da croccanti pezzetti di noce. La loro preparazione è semplice e veloce. La cottura delle melanzane è la fase che richiede relativamente più tempo. Io le ho semplicemente grigliate nel forno, come descrivo anche in questa[1] ricetta, ma se ritenete che in questo modo possano risultare troppo asciutte e volete qualcosa di più goloso e succulento potete friggerle, a voi la scelta tra  più gusto o meno calorie! 
Ingredienti per 4 persone:

  • 12 fette di melanzane grigliate;
  • 250 grammi di ricotta;
  • 2 pomodori ;
  • 30 grammi di grana grattuggiato;
  • 6 noci;
  • uno spicchio d’aglio;
  • qualche fogliolina di prezzemolo.

Preparazione delle melanzane.
Mondate e lavate le melanzane, tagliatele nel senso della lunghezza in fettine di circa 1 centimetro di spessore, grigliatele su una piastra calda, oppure se preferite potete friggerle in olio caldo. Mettete da parte e dedicatevi alla preparazione del ripieno.
Preparazione del ripieno e farcitura degli involtini.
Sgusciate e tritate grossolanamente le noci, pelate e tritate molto finemente la polpa di due pomodori ben sodi. Lavorate con un cucchiaio la ricotta fino a renderla cremosa e omogenea, unitevi le noci, la polpa di pomodoro ( eliminate l’acqua di vegetazione in eccesso, altrimenti renderebbe il ripieno troppo morbido) e il grana grattugiato. Mescolate al fine di distribuire omogeneamente tutti gli ingredienti. Distribuite la crema appena preparata su ogni singola fetta, richiudete quest’ultima avvolgendola su se stessa e fermate l’involtino con uno stuzzicadenti (oppure per una preparazione più “elegante” utilizzate dell’erba cipollina). Man mano che farcite i vostri involtini riponeteli in un teglia con il fondo leggermente unto e cospargete sulle loro superficie un  trito di aglio, prezzemolo, noce moscata e un filo d’olio (ovviamente se le melanzane sono fritte, evitate aggiunta di altro olio). Trasferite la teglia nel forno preriscaldato a 180°C per 6-7 minuti. 
Sono ottimi anche da consumare freddi; in tal caso se, come me, non gradite il sapore pungente dell’aglio crudo, vi suggerisco di spolverizzarli con dell’origano e un filo d’olio crudo, oppure con un leggero soffritto di aglio e prezzemolo (due opzioni rivolte sempre alle melanzane grigliate). 

References

  1. ^ questa

Polpettine di ricotta su purè di zucca


<a href="http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Polpettine di ricotta su purè di zucca

Polpettine di ricotta su purè di zucca




Bentornata mia zucca adorata!

L’autunno ormai è inoltrato e i suoi prodotti sono di nuovo presenti nei mercati e nelle nostre tavole. E puntuale come ogni anno, arriva nella mia cucina uno degli ortaggi che preferisco ossia la zucca (di cui ho ampiamente parlato in questi post[1]).
La preparazione che vi propongo è molto semplice, ma  con un po di manualità e di senso estetico (doti che per il momento a me sfuggono!!!) può essere presentata in modo elegante e creativo. Mettendo in azione la nostra fantasia e sfruttando i colori degli ingredienti e delle  guarniture possiamo realizzare degli interessanti accostamenti cromatici che renderanno il piatto molto più “attraente”. Sicuramente la foto in copertina non è proprio una grande goduria per gli occhi, ma questi sono dettagli di contorno!Io vi suggerisco l’idea per soddisfare i piaceri del palato, poi chi vuole ricamarci sopra e rendere il piatto piacevole anche alla vista!
Le dosi che vi espongo sono sufficienti per quattro porzioni oppure per due porzioni abbondanti (in tal caso avrete un piatto unico).
Ingredienti per quattro persone.
Per il purè di zucca:

  • 600 grammi di zucca;
  • una cipolla piccola (circa 80 grammi);
  • un bicchiere di latte;
  • un cucchiaio d’olio d’oliva;
  • 2 foglie di alloro;
  • rosmarino.

Per le polpettine di ricotta:

  • 380 grammi di ricotta vaccina;
  • cannella;
  • rosmarino

Per la guarnitura:

  • 4-5 noci;
  • scaglie di grana.

Preparazione  del purè di zucca.
Lavate la zucca e dopo averla divisa a metà, privatela della scorza esterna e dei filamenti interni.Tagliate la polpa pulita in tocchetti di circa 2-3 centimetri.Tritate grossolanamente anche la cipolla e trasferitela insieme alla zucca in una pentola capiente. Fate insaporire i due ingredienti con un cucchiaio d’olio. Subito dopo aggiungete il latte e le foglie di alloro, coprite e fate cuocere a fuoco moderato per circa 30 minuti,o comunque  finchè la zucca risulterà essere morbida. Togliete il coperchio e continuate ancora la cottura per far evaporare l’evantuale i liquido residuo. Regolate di sale, eliminate le foglie di alloro e con il frullatore ad immersione riducete il tutto ad un morbido e liscio purè. Profumate con un trito di rosmarino e tenete al caldo nel mentre che vi dedichereta alla preparazione delle polpettine.
Preparazione delle polpettine.
Setacciate la ricotta e aromatizzatela con una spolverata di cannella (non eccedete nella sua quantità perchè si rischia che il suo profumo sovrasti su tutti gli altri sapori). Prendete delle piccole quantità di ricotta e con le mani formate delle palline.
Composizione del piatto.
Distribuite la crema di zucca sui piatti, cospargete con le noci tritate grossolanemnete, le scaglie di grana e distribuitevi sopra le polpettine di ricotta.
Avrete il contrasto caldo della crema con il freddo delle polpette. Se preferite che il tutto sia mediamente tiepido, dovreste lasciare la ,ricotta fuori dal frigo per almeno mezz’ora e versare la crema sul piatto quando è ancora bollente: Distribuite le polpettine sui piatti e attendete qualche minuto prima di assaporarle. In questo modo le diverse temperature dovrebbero equilibrarsi! 


References

  1. ^ post