Subscribe via RSS

Le mandorline con coppette “ una a me e l’altra a me “

 

 

Che disperazione!!!!!Non avete idea da quanto tempo cercavo questa ricetta!!!!

Anni fa  lessi questa ricetta in un blog,la feci subito e conservai il foglietto dove avevo riportato le dosi da me fatte (la signora del blog dava la ricetta a “ tazze”). Siccome nel mio piccolo studio di casa ci sono centinai di foglietti,decine e decine di quadernoni di cucina, un numero imprecisato di riviste di cucina,il tutto mescolato a libri di scuola,appunti,relazioni,verbali…..un casotto totale dove mi ci raccapezzo solo io …..e guai a mettere ordine tra le mie cose,altrimenti impazzisco….

Ebbene,non trovai più il foglietto con la ricetta e cosa ancor più drammatica non mi ricordavo il blog da dove l’avevo tratta.

Intanto passavano gli anni ed io ogni tanto cercavo,con tanta pazienza,la ricetta…..ma niente da fare…..scomparsa nel nulla! Quel foglietto si era volatilizzato.

Quand’ecco,giorni fa,presi una carpettina dalla mia libreria,la aprii e vidi che c’erano copie di verbali scolastici….roba vecchia,da strappare. All’improvviso,in mezzo a questi verbali c’era il foglietto tanto agognato…..Ma come è potuto finire lì in mezzo?

 

Dite la verità….vi ho fatto venire voglia di estate?

Un gelatino,anche con i denti che battono per il freddo,ci vuole sempre……

Ricetta tratta dal blog  “ AAA Accademia affamati affannati “

Il titolo originario non è mandorline ma cialde turche con le mandorle.

 

Ingredienti:

150 g di mandorle bianche tritate ( non proprio in polvere)

170 g di zucchero

50 g di farina di riso

100 g di burro

Inoltre:

cialde a forma di coppetta per gelato (comprate al supermercato)

gelato al cioccolato ( comprato al supermercato)

 

In un mixer riunire tutti gli ingredienti per fare le mandorline e frullare.

Compattare la pasta e conservarla in frigorifero coperta da pellicola.

Una volta indurita,preparare delle palline che vanno messe in teglia su carta forno (ben distanziate).

Infornare a 180° per circa 12 minuti.

Appena uscite dal forno sono abbastanza molli ma poi si irrigidiscono.

Permane comunque la loro fragilità.

Vanno dorate in forno un po’ più di come le ho fatte io.

 

Riempire delle cialde a coppetta con gelato ed infilzare le mandorline.

I biscotti occhio di bue con una frolla specialissima

 

La pasta frolla non mi fa letteralmente impazzire preferisco, se proprio devo ingrassare, mangiare dolci e dolcetti morbidi come piume.

Eppure,nei miei ricettari ci sono decine e decine di ricette di pasta frolla provate e non.

Sarà perchè è estremamente facile? Sarà perchè esistono tante di quelle varianti che mi invogliano a provare e riprovare sempre nuove ricette per il gusto della novità?

 

Non avevo mai fatto la frolla all’olio e miele e devo dire che sono rimasta sorpresa.

E’ buonissima,croccante,si stende con grande facilità senza rompersi….insomma è perfetta.

Da ora in poi questa sarà,nel mio ricettario, la frolla numero 1.

 

 

Ricetta della frolla tratta dal blog  “ marchesina Adelaide.blogspot.it “

 

Ingredienti:

400 g di farina 00

mezza bustina di lievito per torte

un cucchiaio di miele di arancio Luna Di Miele

100 ml di olio extravergine di oliva

due uova

200 g di zucchero

Inoltre:

nutella

composta di fragola biologica Emporio Ecologico

liquore mirto di Sardegna Ruju Stella Maris

 

 

Riunire tutti gli ingredienti della frolla in una ciotola e lavorare brevemente.

Personalmente ho messo tutto nel bimby ed ho azionato per 30 secondi a velocità 5.

Fare,con la pasta ottenuta,un panetto ed avvolgerlo con pellicola trasparente.

Tenerlo in frigorifero 30 minuti.

Riprendere la frolla e stenderla sottilmente con il mattarello.

Con i taglia biscotti appositi ( un cerchio ed un altro cerchio forato al centro)preparare tanti biscottini che,dopo la cottura in forno,andranno uniti a due a due mettendo al centro,nel biscotto non forato, un cucchiaino di composta di fragola o di nutella.

I biscotti vanno infornati in teglia su carta forno a 180° per 10-12 minuti e poi,dopo averli sovrapposti si spolverano con zucchero al velo.

Servirli accompagnati con bicchierini di mirto di Sardegna Stella Maris.

Una bontà da non crederci!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

 

 

Ricerche frequenti: