Subscribe via RSS

Baguette Facili

Rientrati dalle vacanze? Io si, purtroppo! 🙁
Durano sempre troppo poco (o troppo, dipende dai punti di vista).

Devo dire che questa Poppea è una manna per me: infatti ho ripreso subito ad accendere il forno visto che ha rinfrescato.
E cosa potevo sfornare secondo voi oltre a un bel dolce per la colazione?
Un lievitato, ovviamente, visto che sono la mia passione e sono sempre alla ricerca di trucchi ed espedienti, ricette e quant’altro.

Così ho pensato di provare a fare le baguette, quei filoncini fragranti e profumati tipici della Francia, ma non ho seguito la strada solita, quella lunga, ho trovato una ricetta facile e veloce e il risultato, come potrete vedere, non è niente male, anzi! 😛
In tutto ci metterete circa 5 minuti ad impastare, a mano, e poi via con una lievitazione lunga (lunghissima) in frigo.
Sul sito trovate anche il video, ma già le foto sono esaurienti.
Io ho seguito la ricetta pari pari e quindi non mi resta che copia/incolare il tutto 😉

Baguette Facili

340 g di Acqua
480 g di Farina Tipo 0
6 g di Lievito di Birra Fresco o 2 g di lievito di birra secco (liofilizzato)
6-8 g di Sale

Sciogliete il lievito nell’acqua a temperatura ambiente.
Tenete da parte 30-40 grammi farina, ed aggiungete il resto della farina all’impasto.

Iniziate a mescolare.
Aggiungete il sale.
Continuate a mescolare per circa 2 minuti

Quando la farina è stata assorbita, prendete un po’ della farina che avete tenuto da parte e spolverate il tavolo di lavoro.
Rovesciate l’impasto sul tavolo di lavoro, spolveratevi le mani di farina, impastate a mano aggiungendo poco alla volta la farina che avevate messo da parte fino al completo assorbimento (circa 5 minuti).

Otterrete un impasto di media consistenza e non completamente liscio.
Mettetelo in un contenitore con il fondo coperto di farina.

Coprite con un coperchio o con un telo (io con pellicola trasparente, non a contatto).
Mettete a lievitare per 2 ore al riparo da spifferi d’aria (se possibile intorno ai 25°C).
Io l’ho messo nel forno spento con la luce accesa.
Dopo due ore, l’impasto dovrebbe più o meno raddoppiare di volume.

Richiudete il coperchio e mettetelo in frigo. Si si proprio in frigo.
Lasciatelo riposare in frigo per tutta la notte, fino a 7 giorni. Più giorni riposa in frigo e più acquisterà un gusto intenso.

Tirate fuori l’impasto dal frigo.
Rovesciatelo sul tavolo di lavoro senza stropicciarlo.
Dividete l’impasto in tre parti uguali per ottenere 3 piccole baguette, o in due parti per ottenere 2 baguette di dimensione maggiore (come ho fatto io).
Schiacciate la pasta e ripiegatela su se stessa due volte usando le dita per sigillare lo strato superiore su quello inferiore.
La doppia piega darà forza alla pasta e migliorerà la forma finale delle baguette.

Arrotolate la baguette con il palmo delle mani allungandola fino a circa 32 cm se avete diviso la pasta in 3, e 35 cm se l’avete divisa in due.

Adagiate le baguette su una teglia (coperta da carta forno) a distanza di 5-8 cm l’una dall’altra
Coprite con un telo e lasciate lievitare circa 90 minuti (anche 2 ore a seconda della temperatura).
Utilizzando una lametta da barba o un coltello affilatissimo, effettuate 3-4 tagli obliqui su ogni baguette senza schiacciare troppo per non rovinare la lievitazione.
Spruzzate la superficie delle baguete con acqua tiepida.
Infornate a forno già caldo.
Cuocete a 220°C per 20-25 minuti se avete fatto 3 baguette, o per 25-30 minuti se ne avete fatte due.
Negli ultimi 5 minuti di cottura potete capovolgere le baguette in modo che asciughino bene anche sotto, oppure alzarle da un lato ed appoggiarle sul bordo della teglia.

Ho in mente di utilizzarle per un paio di ricettine sfiziose 😛 voi con cosa le mangereste?

Germogli di lenticchie…i miei…continua…

Continua l’autoproduzione di germogli.
Questi sono di lenticchie…riescono bene e sono di pochissimo impegno.
Dopo i soliti 4/5 giorni di germogliatore e lavaggi serali, li ho messi in una ciotola di vetro con coperchio e sistemati in frigo. Durano così diverse settimane, anzi, continuano a crescere anche dal frigo.
Quando li uso prelevo il quantitativo che mi serve e il resto lo richiudo e ripongo nel frigo fino al nuovo utilizzo.
Il sapore è amarognolo, rispetto alle varietà che ho provato fino ad ora e non mi dispiace affatto.
Ho voluto provare con le lenticchie Melandri Gaudenzio bio…questa è stata la prova del nove, se non fossero germogliati non sarebbero state bio.
Qui trovate i germogli di rucola.

Anello di riso e frutta

Mi piace il riso e adoro la frutta, perchè, dunque, non abbinare le due cose? E’ nata così questa torta fresca e colorata.
Ho
utilizzato la frutta che avevo in casa, ma voi potete prepararla
utilizzando anche altri tipi di frutta e aromatizzarla alla vaniglia
anzichè al limone. Potete anche aggiungere del cioccolato o quanto la
vostra fantasia vi suggerisce.


Ingredienti per 4 persone
200 gr di riso
1 litro di latte
70 gr di zucchero
1 pezzetto di scorza di limone
Un po di succo di limone
10 albicocche
10 prugne viola
1 grappolino di uva nera
Procedimento
Portate a bollore il latte, versatevi il riso, 50
gr. di zucchero e la scorza di limone. Fate cuocere il riso rimestando spesso
per evitare che si attacchi al fondo della pentola.
Fate intiepidire il riso ed eliminate la scorza di
limone.
Lavate bene tutta la frutta e asciugatela. Eliminate
i noccioli da 5 albicocche e da 5 prugne e tagliatele a dadini, aggiungetele al
riso e mescolate bene.
Bagnate uno stampo ad anello con dell’acqua fredda
e versateci il riso alla frutta.
Mettetelo in frigo per almeno 4 ore.
Lavate il resto della frutta, eliminate i noccioli,
tagliate le albicocche e le prugne a spicchi, lasciate interi gli acini
dell’uva. Mettete tutto in una ciotola, unite lo zucchero rimasto e irrorate
con un po’ di limone. Lasciate macerare per 10 minuti.
Sformate l’anello di riso sul piatto di portata,
disponete gli spicchi di frutta a raggiera intorno al centro dell’anello di
riso.
Riempite il centro con gli acini d’uva e la frutta
rimasta, versate lo sciroppo che si sarà formato nel frattempo e servite.
E…buon appetito!