Subscribe via RSS

Seppioline e fagioli in umido

Ingredienti
per 4 persone:
500
gr di seppioline nostrane
400
gr. di fagioli corona in scatola
400
gr. di pomodori ramati
mezzo
bicchiere di vino bianco
1
cipolla bianca piccola
1
carota piccola
2
gambi di sedano
1
spicchio d’aglio
1
mazzetto di prezzemolo
1
cucchiaino di paprika forte
olioextravergine d’oliva q.b.
sale
q.b.
Procedimento
Pulite
e lavate  la carota, la cipolla, il
sedano e tritateli , lavate i pomodori, pelateli, togliete i semi e tagliateli
a cubetti.
Pulite
e lavate le seppioline.
In
una casseruola mettete 4 cucchiai di olio, il trito di cipolla, carota e sedano
lasciate dorare per qualche minuto e unite le seppioline, continuate a
soffriggere  per 2 minuti poi unite il
vino e lasciatelo evaporare a fuoco vino per qualche minuto.
Unite
i cubetti di pomodoro, la paprika, il sale e fate cuocere dolcemente per 20
minuti.
Unite
i fagioli ben scolati del loro liquidi di conservazione e fate cuocere per
altri 10  minuti.
Nel
frattempo lavate e sgrondate bene il prezzemolo e tritatelo con lo spicchio
d’aglio.
Cinque
minuti prima della fine della cottura

unite alle seppie il trito di prezzemolo e aglio: mischiate bene, lasciate
riposare per 5 minuti e servite.
E…buon
appetito!

Corona pasquale

Ingredienti per 2 corone:
Per la pasta:
600 g di farina
1 cucchiaino di sale fino
30 g di zucchero
3 uova
1 bustina di lievito di birra secco 
200 ml di latte
Per il ripieno:
100 g di piselli in scatola
50 g di carotine in scatola
1/2 scalogno
100 g di pancetta affumicata
200 g di formaggio fontina tritato
6 uova sode
4 albumi montati a neve
Un cucchiaino di lievito per torte salate
6 cucchiai di latte
Pepe qb
Sale qb
Procedimento:
Potete impastare a mano, in planetaria  ma anche con il bimby, mantenendo questi
dosaggi.
Mettete semplicemente nel boccale, prima gli ingredienti
liquidi, uova comprese, per ultima la farina e il lievito. Azionate per 35
secondi a velocità 8.
Togliete l’impasto che avrà la consistenza leggermente gommosa
come un pan brioche, lasciatelo lievitare almeno un’ora in luogo tiepido e
coperto con un canovaccio.
Nel frattempo, nel mixer, sminuzzate il porro e mettetelo in un tegame a rosolare con la pancetta il sale e il pepe.
Sgusciate le uova sode che avrete lessato in precedenza, per
10 minuti e lasciate raffreddare. Tritatele finemente con il mixer e aggiungetele al tegame con la pancetta e il porro. Montate le chiare a neve
con il lievito e sminuzzate il formaggio, il più finemente possibile. Unite il
latte al tegame con gli ingredienti in cottura e mescolate, inserite le chiare
montate e fate cuocere, mescolando lentamente per 10 minuti circa.
Spegnete, aggiungete piselli e carote, tagliate a pezzetti,
mescolate sbriciolando il composto di “frittata”.
Riprendete la pasta lievitata e dividetela in 2 parti
ricavatene 2 strisce stese abbastanza sottili con il mattarello o con la macchina per la sfoglia alla tacca più larga. Da ogni striscia  tagliate dei triangoli delle stesse dimensioni, ne serviranno 8 per ogni corona.
Disponete i triangoli su carta forno, già posizionata nella
teglia di cottura, a raggiera e con la base più larga leggermente sovrapposta e pressata leggermente, lasciando il foro centrale libero come sarebbe una ciambella.
Procedete allo stesso modo per la seconda corona.
Mescolate il ripieno di uova e rendetelo sbriciolato,
deponetene un giro su tutta la parte larga della corona, quella più vicina al
centro. Ripetete per la seconda.
Partendo dall’estremità a punta di ogni triangolo, fatelo
passare ed appoggiare sul ripieno e saldate facendo pressione, la punta alla
base larga della pasta. Completate anche la seconda corona.
Ora con un uovo sbattuto assieme a un poco di latte, pennellate la
superficie delle corone e cospargete con semi di papavero. Fate riposare per 30
minuti ed infornate a 180 gradi, cuocete per 40 minuti.
Due parole…
La ricetta proviene dalla trasmissione televisiva di Antonella
Clerici, La
prova del cuoco.
Realizzata da Natalia Cattelani.
Corona
pasquale, ricetta originale senza le mie modifiche.
Ho utilizzato le uova sode semplicemente perchè le avevo e dovevo utilizzarle, ho sostituito asparagi con piselli e carote, mi parevano più adatti.

Corona Mortadella e Formaggio

Oggi ricetta salata.
Un bel rustichino ogni tanto ci vuole 😛
Comincia ufficialmente il conto alla rovescia, tra poco è Natale 🙂

Corona Mortadella e Formaggio

400 gr di farina,

25 gr di strutto sciolto (o burro),
2 uova piccole + 1 tuorlo (per spennellare),
2 cucchiaini di zucchero,
1 bustina di lievito secco (o 1 cubetto di fresco),
200-250 ml circa di latte.
Per il ripieno:
200 gr di mortadella tagliata a fette,
200 gr di formaggio Edamer a fette (ma va bene anche il Galbanone o quello che vi piace di più).

In una ciotola setacciare la farina, unire il lievito secco (se usate il cubetto scioglietelo in un dito di latte insieme ai due cucchiaini di zucchero), lo zucchero le uova sbattute e iniziare a impastare.
Unire poco per volta il latte tiepido alternando con lo strutto (o burro) tiepido.
Dovrete ottenere un impasto elastico, non appiccicaticcio (quindi attenti col latte).
Mettere in una ciotola, unta con un po’ di burro, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare in un luogo tiepido e al riparo da correnti per 2 ore.

Trascorso questo tempo riprendere l’impasto, rovesciarlo sulla spianatoia e stenderlo con il matterello ad uno spessore di circa un dito (mezzo centimetro).
Stendere sulla superficie la mortadella prima e il formaggio dopo facendo attenzione a coprire tutta la superficie.
Arrotolare dal lato lungo formando un salame, chiudere ad anello e posizionare sulla placca del forno rivestita da carta forno.
Con un coltello ben affilato praticare tanti tagli verticali sulla superficie, avendo cura di arrivare fin sopra la placca (deve essere proprio tagliato non soltanto inciso) e lasciar lievitare ancora 1 ora.
Quando è ben lievitato spennellare la superficie con un tuorlo sbattuto con un goccio di latte e infornare a 180°C per 30  minuti.

Servire calda (non bollente).

E’ una guduriaaaaa… provate!