Subscribe via RSS

Involtini di melanzane ripieni di ricotta


<a href="http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Involtini di melanzane ripieni di ricotta

Involtini di melanzane ripieni di ricotta




Ancora una ricetta con la coppia vincente: melanzane e ricotta…
Anche questo post vede come protagoniste le melanzane, sempre accompagnate dal gusto dolce e delicato della ricotta vaccina.
 Vi propongo degli involtini  molto stuzzicanti, realizzati con delle fette di melanzane che racchiudono al loro interno una crema di ricotta, vivacizzata da croccanti pezzetti di noce. La loro preparazione è semplice e veloce. La cottura delle melanzane è la fase che richiede relativamente più tempo. Io le ho semplicemente grigliate nel forno, come descrivo anche in questa[1] ricetta, ma se ritenete che in questo modo possano risultare troppo asciutte e volete qualcosa di più goloso e succulento potete friggerle, a voi la scelta tra  più gusto o meno calorie! 
Ingredienti per 4 persone:

  • 12 fette di melanzane grigliate;
  • 250 grammi di ricotta;
  • 2 pomodori ;
  • 30 grammi di grana grattuggiato;
  • 6 noci;
  • uno spicchio d’aglio;
  • qualche fogliolina di prezzemolo.

Preparazione delle melanzane.
Mondate e lavate le melanzane, tagliatele nel senso della lunghezza in fettine di circa 1 centimetro di spessore, grigliatele su una piastra calda, oppure se preferite potete friggerle in olio caldo. Mettete da parte e dedicatevi alla preparazione del ripieno.
Preparazione del ripieno e farcitura degli involtini.
Sgusciate e tritate grossolanamente le noci, pelate e tritate molto finemente la polpa di due pomodori ben sodi. Lavorate con un cucchiaio la ricotta fino a renderla cremosa e omogenea, unitevi le noci, la polpa di pomodoro ( eliminate l’acqua di vegetazione in eccesso, altrimenti renderebbe il ripieno troppo morbido) e il grana grattugiato. Mescolate al fine di distribuire omogeneamente tutti gli ingredienti. Distribuite la crema appena preparata su ogni singola fetta, richiudete quest’ultima avvolgendola su se stessa e fermate l’involtino con uno stuzzicadenti (oppure per una preparazione più “elegante” utilizzate dell’erba cipollina). Man mano che farcite i vostri involtini riponeteli in un teglia con il fondo leggermente unto e cospargete sulle loro superficie un  trito di aglio, prezzemolo, noce moscata e un filo d’olio (ovviamente se le melanzane sono fritte, evitate aggiunta di altro olio). Trasferite la teglia nel forno preriscaldato a 180°C per 6-7 minuti. 
Sono ottimi anche da consumare freddi; in tal caso se, come me, non gradite il sapore pungente dell’aglio crudo, vi suggerisco di spolverizzarli con dell’origano e un filo d’olio crudo, oppure con un leggero soffritto di aglio e prezzemolo (due opzioni rivolte sempre alle melanzane grigliate). 

References

  1. ^ questa

Crocchette di zucca




E’ tempo di zucca, ed ecco una ricetta vegetariana per preparare questo ortaggio in modo leggero ma gustoso…

Le crocchette di zucca che vi propongo in questo post, possono considerarsi un secondo ideale da servire in un menù vegetariano. Oppure si possono accompagnare ad una porzione di cereali e diventare un piatto unico completo.

La zucca più adatta per questo tipo di preparazione è sicuramente quella dalla consistenza farinosa e asciutta (come per esempio la zucca di tipo mantovana). Vediamo ora la preparazione delle crocchette:

Ingredienti per circa 8 crocchette:

  • 500 grammi di polpa di zucca;
  • 50 grammi di formaggio tipo grana;
  • 1 – 2 tuorli;
  • la scorza di un limone grattugiato;
  • noce moscata;
  • 2-3 cucchiai di pan grattato.


Preparazione

Lavate la zucca, tagliatela a metà. Privatela dei semi e dei filamenti interni. Pesatene circa 600-650 grammi e ponetela, senza sbucciarla, su una teglia. Fatela cuocere in forno già caldo a 180 – 200°C per circa 20-30 minuti, fino a quando la polpa sarà diventata morbida. Toglietela dal forno e lasciatela raffreddare.
Quando la zucca si sarà raffreddata, eliminate la buccia e con l’ausilio di una forchetta, o di uno schiacciapatate, riducetela a purè.
Aggiungete i tuorli, il grana, la scorza del limone grattugiato, la noce moscata, un pizzico di sale e pepe. Mescolate bene.
Formate ora delle palline, rotolatele nel pangrattato e prima di disporle nella teglia per la cottura, appiattitele leggermente.
Mettete in forno per circa 20 minuti a 180°C. Servite calde.


Nota.
Il gusto di queste crocchette è reso particolare dalla presenza del limone che si sposa perfettamente con il dolce della zucca.


Consigli.

  • Queste crocchette (a seconda della varietà di zucca che viene utilizzata) avranno una consistenza abbastanza morbida e la loro formatura potrebbe risultare un po’ difficoltosa. Io procedo in questo modo: dispongo un mucchio di pangrattato su un piattino, verso sopra un cucchiaio pieno di impasto e ricopro nuovamente con pangratto. Poi mentre raccolgo la pallina, per trasferirla nella teglia cerco di modellare molto velocemente con le mani.
  • Sulla dose dei tuorli regolatevi secondo la consistenza della vostra zucca. Se il composto risulta essere molto morbido, mettete un solo tuorlo.
  • Se disponete di una zucca del tipo moscata, come per esempio la Piena di Napoli, vi consiglio vivamente di filtrarne la polpa in modo da eliminare l’acqua in eccesso. In tal caso pesate un maggior quantitativo di zucca perchè dopo aver eliminato la parte liquida, vi rimarrà pochissima polpa.


Un fiore di Katmer …… pane turco favoloso per il Worl Bread Day ’13

Oggi vorrei proporvi un pane favoloso però in una veste un po’ speciale che lo rende favoloso da offrire e ancor più buono da mangiare in compagnia. 

Un pane ideale per festeggiare la giornata mondiale del pane. Si tratta della splendida ricetta del katmer o pane turco, che però viene formato con un intreccio molto particolare e sicuramente d’effetto.

I passaggi e la ricetta che qui riporto brevemente potete trovarli nel post originale
500 gr farina 00 
200 gr latte 
100 gr olio di semi leggero
10 gr di lievito di birra 
1 albume
2 cucchaini di sale
2 cucchiaini di zucchero
50gr burro fuso per spenellare
latte per spennellare (tuorlo se si vuole)
Preparare il nostro impasto amalgamando tutti gli ingredienti, fino ad avere una bella palla lavorata e lasciare riposare fino al raddoppio.
Dopo la lievitazione dividere il nostro impasto di 800gr circa in 8 pezzi da 100gr circa, fare delle palline e lasciare riposare coperte per 15 minuti 
Dopo il riposo stendere con il mattarello ogni pallina creando dei dischi, la misura non è importante devono essere più o meno simili, si devono spenellare con il burro fuso freddo e poi impilarli uno sopra l’altro
Per rendere questo pane più decorativo e gustoso spolverare il terzo e sesto strato con dei semi di papavero
Una volta steso tutte le palline e creata la torretta dobbiamo girarla 
e poi iniziare a stenderla fino ad un diametro di circa 25cm
A questo punto dobbiamo girarla ancora e stenderla ulteriormente in un disco di circa 50cm, L’impasto si lavora benissimo, non si deve aggiungere farina, al limite spennellarlo ancora con del burro, alla fine si devono vedere ancora i vari strati dell’impasto
Quando il nostro impasto sarà steso il più uniforme possibile (il mio è uno po’ quadrato), appoggiare nel centro un piccolo bicchierino e poi iniziare a tagliare gli spicchi.
Prima tagliare in 4 spicchi, arrivando fino al bicchierino, quindi ogni spicchio deve ancora essere diviso in due arrivando ad avere 8 spicchi sempre con il taglio fino al bicchierino.
Adesso dividere ulteriormente ogni spicchio in due parti in questo caso senza arrivare al bicchierino avremmo così formato 16 spicchi uniti a due a due. Prendere due spicchi alla volta (quelli uniti) e incominciare a ruotarli verso l’interno un paio di volte e proseguire con tutti gli spicchi, 
quindi riprendere ancora i due spicchi iniziali ruotarli ancora un paio di giri quindi unire i due rami in fondo creando degli anelli, completare anche tutti gli altri spicchi. (video forma)
Quando il nostro pane sarà formato, metterlo a lievitare fino al raddoppio, si può mettere un cerchio attorno alla forma.
A lievitazione avvenuta cuocere in forno a 200° per circa 25 minuti o fino a completa doratura. 
Questo pane è veramente favoloso e in questa forma un po’ particolare si presta ad essere mangiato in compagnia o essere servito in un buffet.
Accanto a questo fiore di katmer un altro profumatissimo pane di segale con semi di cumino
Il pane è un alimento povero e ricco, che profuma ogni giorno le nostre tavole ed oggi viene festeggiato in tutto il mondo