Subscribe via RSS

Capesante ai funghi

Le capesante o conchiglie di San Giacomo devono il loro nome al fatto che le conchiglie venivano utilizzate per aspergere di acqua santa il capo dei bimbi al fonte battesimale.
Questi molluschi sono ricchissimi di Omega 3 e sono facilmente digeribili. Sono ideali per preparare antipasti veloci,gustosi e coreografici.

Ingredienti per 4 persone:

12 capesante

200 gr di funghi champignon

½ bicchiere di vino bianco secco

1 limone piccolo (solo il succo)

1 mazzettino di prezzemolo

1 spicchio d’aglio

Olio extravergine d’oliva q.b.

Sale e pepe q.b.

 

Preparazione

 

Lavate il prezzemolo e tritatelo con lo spicchio
d’aglio a cui avrete tolto l’anima. Mondate i funghi togliendo anche la
pellicina sotto la cappella e affettateli, spruzzateli con un po’ di succo di
limone.

Mettete in un tegame due cucchiai d’olio, scaldate
leggermente e aggiungete i funghi, il rimanente succo di limone, il sale, il
pepe e metà del trito di prezzemolo e aglio. Fate cuocere a fuoco vivo per 7/8
minuti mescolando spesso. Togliete i funghi dalla padella e teneteli da parte. Aprite
le valve delle capesante e staccate delicatamente i molluschi dalla conchiglia. 

Lavate bene e delicatamente i molluschi per
eliminare la sabbia e togliete anche la piccola vescichetta nera.

Scolateli bene e metteteli nella stessa padella in
cui avete fatto cuocere i funghi insieme a due cucchiai d’olio.

Fateli cuocere dolcemente per cinque minuti poi
unite il vino e fatelo evaporare a fuoco medio per cinque minuti. Unite il
rimanente trito di prezzemolo e aglio e cuocete ancora per un minuto, dovranno
rimanere morbide e con un po’ di sughetto e, prima di salare, assaggiatele per
evitare di esagerare con la sapidità.

Lavate bene le conchiglie e disponetele in una
teglia. Riempitele con i funghi e con i molluschi, unite  la loro salsa di cottura e passatele nel
forno caldo (180°) per 5 minuti. Servite subito su di un letto d’insalata.

E…buon appetito!

 

 

 

Menu Al Posto di…

Per tutti coloro che amano personalizzare le ricette modificando qualche ingrediente, stasera Benedetta ci propone un menu a tema dal simpatico titolo “al posto di…”.

In sua compagnia per questa puntata troviamo l’attrice Sarah Felberbaum.

il Menù di Benedetta del 12 febbraio 2013

(clicca sui link per vedere le ricette)

Salvacena: CONCHIGLIE AI CECI
Primo: TACO BACON
Secondo: SPIEDINI DI MANZO AL RAFANO
Dolce: WHOOPIE PIES[1][2][3][4]

References

  1. ^ CONCHIGLIE AI CECI
  2. ^ TACO BACON
  3. ^ SPIEDINI DI MANZO AL RAFANO
  4. ^ WHOOPIE PIES

Conchiglie ai Ceci

Per il salva cena di questa sera Benedetta ci propone una pasta con sugo di pancetta, porri e ceci: un piatto completo con legumi, carne, pasta e pomodoro da accompagnare con un antipastino di verdure crude e hummus.

Puntata I Menu di Benedetta: 12 febbraio 2013 (Menu Al Posto Di…[1])
Tempo preparazione e cottura: 15 min. ca.

Ingredienti Conchiglie ai Ceci per 4 persone:

  • 250 gr di conchiglie
  • 1 lattina di ceci 
  • 100 gr di pancetta a dadini
  • 1 cucchiaino di curry 
  • pomodorini qb 
  • 1 cipolla o 1 porro
  • prezzemolo
  • olio 
  • sale
  • ceci qb
  • 1 limone
  • prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • curry qb
  • verdure crude miste qb

Procedimento ricetta Conchiglie ai Ceci di Benedetta Parodi

  1. Mettere a lessare la pasta in acqua bollente.
  2. Tostare il curry in padella, poi aggiungere un goccio d’olio e unire a rosolare la pancetta a dadini con il porro tritato grossolanamente.
  3. Dopo un paio di minuti aggiungere i pomodorini tagliati a pezzetti, aggiustare di sale e unire anche i ceci.
  4. Scolare la pasta e saltarla velocemente in padella nel sugo e completare con prezzemolo tritato.
  5. Per l’hummus tritare col mixer ad immersione i ceci con il succo di un limone, olio e aglio tritato, poi aggiustare di sale e frullare nuovamente. Se necessario aggiungere un goccio di acqua di cottura della pasta per rendere più fluida la crema.
  6. Servire questa salsa per accompagnare un antipasto di verdure crude

References

  1. ^ Menu Al Posto Di…

Ricerche frequenti: