Subscribe via RSS

Il pane di segale morbidissimo con i semi di finocchio

 

Per noi trapanesi i semi di finocchio evocano immediatamente le sfince,dolce tipico delle nostre zone.

Mi vergogno a dire che in più di due anni e mezzo di blog non ho mai postato questa ricetta ( ma che trapanese sono? )

Intanto quando ho comprato,per la prima volta,la miscela per pane scuro di segale,di fronte alla scelta di arricchire il pane con cumino o zafferano o finocchio non ho avuto esitazioni: ho scelto i profumatissimi semi di finocchio,detti da noi siciliani  “ finucchieddru  ‘ngranatu  “.

Nel fare il pane ho seguito,per grandi linee,le direttive contenute nel retro del pacco contenente la miscela per pane di segale.

La dose di acqua mi è sembrata eccessiva ( per 1 kg di miscela per pane si consigliava 700 g di acqua) ma la mia testardaggine mi ha convinta a provare.

In effetti l’impasto è venuto mollissimo ( me lo sono appuntata,con molta meticolosità,nel mio quaderno delle ricette) al punto che ho dovuto mettere altri 50 g di miscela sul tavolo di marmo ( sotto e sopra l’impasto) dove sono solita impastare o semplicemente amalgamare gli impasti.

E se lo dovessi rifare? Rifarei la stessa operazione perchè il pane è venuto di una bontà strepitosa,quasi un panbrioches.

Non vi dico che cos’era questo pane servito a fette con sopra la crema di cipolle e mela verde dell’azienda Duca Carlo Guarini oppure che cos’era servito con salumi e formaggio primo sale…….provatelo!!!!!

Crema di cipolla e mela verde

Le cipolle e le mele vengono cotte con le spezie e le erbe e trasformate in creme. Completano l’originale ricetta il succo d’arancia e l’ottimo olio extra Vergine di oliva agrumato all’arancia, prodotto ottenuto con una particolare metodologia nel frantoio aziendale con le proprie arance. Il prodotto può essere utilizzato per preparare delicate tartine o per accompagnare i frutti di mare negli antipasti. Si sposa ottimamente a formaggi stagionati e da un gusto particolare alle insalate.

 

Ingredienti per una pagnotta di pane:

500 g di miscela per pane di segale ( più altri 50 g )

due cucchiai di olio extravergine d’oliva

una bustina di lievito di birra secco

12 g di sale

7 g di zucchero

350 g di acqua tiepida

una manciata di semi di finocchio

Inoltre:

salumi e formaggi a scelta

un barattolo di crema di cipolle e mela verde Duca Carlo Guarini

 

Impasto sbrigativo con il bimby:

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale bimby e fare andare prima per 30 secondi a velocità 5 e poi per 2 minuti e mezzo a velocità spiga.

Impasto meno sbrigativo a mano:

Mettere la miscela per pane di segale in una ciotola e creare un buco al centro.

Inserire l’olio,lo zucchero,il sale,il lievito di birra secco ( lontano dal sale) e cominciare ad impastare aggiungendo,pian piano,l’acqua tiepida.

Divertirsi ad impastare ( avendo tempo).

Come ho già detto sopra,l’impasto è molto molle ma non bisogna disperarsi.

Versare l’impasto ottenuto su un piano di marmo cosparso di farina ( la miscela per pane di segale) e cospargere un altro poco di farina sopra l’impasto ( in tutto ne ho messo 50 g ).

Dare una lieve impastata.

Formare una palla,fare un taglio a croce sopra e mettere a lievitare per 1 ora.

Trascorso il tempo,delicatamente, porre la pagnotta di impasto dentro una teglia con sotto un po’ di farina ( la mia era piccola,alta e rettangolare).

Fare dei tagli sopra l’impasto e lievitare altri 30 minuti.

Prima di infornare mettere sopra l’impasto qualche altro semino di finocchio ed una spolverata di farina.

Cuocere in forno a 225° per 35 minuti.

Se fate questo pane datemi notizie,mi farà piacere.

 

 

 

 

 

 

 

 

Brioche Zuccherata a Pallina alle Tre Farine

Buongiorno e Felice lunedì!
passato un buon week end?
Io si, qui è da qualche giorno che il tempo è bellissimo, se non fosse per le temperature direi che è quasi estate!!!

In dispensa ho sempre qualche pacchettino di farina da finire e così mi diverto a sperimentare.
Stavolta la “colpa” è della farina si avena e di quella integrale…
La mia cucina è frutto di sperimentazioni, non c’è nessuna “scienza”, teoria o pratica alle spalle io sperimento e quel che conta per me è il risultato finale, quindi non aspettatevi spiegazioni per questo o quel passaggio, io ho sperimentato (come per la maggior parte delle ricette di questo blog dove non espressamente specificato)!

Per chi attendeva da tempo questa ricetta…

Brioche Zuccherata a Pallina alle Tre Farine

Si ringrazia:
Nocciolata e Fior di Frutta Rigoni di Asiago

250 gr di farina “0”,
150 gr di farina d’avena,
200 gr di farina integrale,
80 gr di zucchero,
1 uovo intero,
1 cubetto di lievito di birra (o una bustina di lievito disidratato),
250 ml di latte,
50 gr di strutto (o burro, o margarina),
1 bustina di vanillina,
1 pizzico di sale,
2 cucchiaini di miele.
Per il ripieno:
Fior di Frutta fragole e fragoline di bosco,
Nocciolata

Preparare il lievitino sciogliendo il lievito in 100 ml di latte tiepido (dal totale) e due cucchiaini di zucchero, unire qualche cucchiaio di farina 0 (dal totale) fino ad ottenere una pastella densa e appiccicosa, coprire la ciotola con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio (i tempi sono relativi, in casa mia era caldo e in 45 min. ho ottenuto una bella “pastella” gonfia, ma se è più fresco può impiegare anche un’ora o più, quindi regolatevi voi con i tempi).

Setacciate il resto delle farine nella planetaria e aggiungete il sale.
Sbattere l’uovo con lo zucchero.
Scaldare il restante latte.

Quando il lievitino è pronto unirlo al resto delle farine e iniziare a impastare, unire l’uovo sbattuto con lo zucchero e poco per volta il latte e lo strutto.
Lavorare a lungo l’impasto fino ad ad ottenere un panetto liscio.
Mettere a lievitare in luogo caldo e al riparo da correnti per almeno 2 ore.

Riprendere la pasta e ricavarne 12 palline del peso di 80/90 gr. circa, allargarla con le mani e mettere al centro di 6 di esse la Nocciolata e nelle 6 restanti la confettura.

Sistemare le palline nella teglia rivestita di carta forno alternando le palline di Nocciolata a quelle di confettura.
Lasciar lievitare ancora 1 ora e infornare, in forno caldo, a 180°C per 40 minuti circa.
Preparare una glassa con 5 cucchiai di zucchero a velo e qualche goccia d’acqua fredda e quando il dolce è ancora tiepido versarvi la glassa e lasciar raffreddare completamente prima di servire.
Il dolce resta morbidissimo e se avete la fortuna che arrivi al 3° giorno vedrete che è ancora più buono 😛

Salsicce con porcini e Brioche polacca per Mag About Food

E’ autunno inoltrato ma mai come questi giorni sentiamo di più l’esigenza di accocolarci accanto ad un fuoco con qualche piatto confortante e che ci aiuti a psperare che fuori smetta di piovere e creare disastri 

Avremmo il desiderio di piatti fumanti ricchi di sapore o dolci fragranti che trasmettano calore ecco perchè per la rubrica “Passiamole in rivista” di Mag About Food si è deciso di mettere l’Autunno nel piatto. Tantissime ricche proposte tutte da provare perchè il successo è assicurato sono tutte ricette provate da noi.

Io ho preparato

SALSICCE CON PORCINI IN CASSERUOLA

se le accompagnate con una polentina il pranzo con un po’ di verdura sarà completo

BRIOCHE POLACCA

come dolce o davanti al fuoco con una buona tazza di cioccolata calda

Queste le mie proposte di cui trovate le ricette qui

questo lo splendida copertina 

della mitica Mai con dolce di Annarita