Subscribe via RSS

La Città dei Dinosauri a San Lorenzello, Pietraroja e Ciro e un Dolce Preistorico

Ci piace andare in giro, a zonzo…
Dato che dovrebbe arrivare (prima o poi) l’estate noi ci stiamo organizzando per girovagare per la provincia e per il Sannio alla scoperta di posti nuovi, posti già visti e da rivedere e a scoprirne altri.

Tre settimane fa è stata la volta di San Lorenzello (BN) e la sua Città dei Dinosauri e di Pietraroja e il suo dinasaurino Ciro.

Due posti incantevoli raggiungibili in meno di un’ora da casa.

Vi mostro le tante foto scattate quel giorno e vi posto la ricetta di un dolce “preistorico” 😀

ingresso Città dei Dinosauri e le mie tre birbantelle

a darci il benvenuto un tyrannosaurus rex

area attrezzata per la sosta

una dura lotta 😀

e si combatte ancora

Alla fine del percorso c’è una sala cinematografica dove viene proiettato un film di animazione, ci siamo divertiti molto, inoltre ci sono diversi stagni con raganelle che attendono solo di essere baciate per diventare affascinanti principi 😀

Proseguiamo il nostro mini viaggio e saliamo (nel vero senso della parola) verso Pietraroja alla volta del Paleolab, museo geopaleontologico creato da Paco Lanciano in collaborazione con Piero Angela, e di Ciro.

Cusano Mutri

Ingresso Paleolab

sito archeologico in cui è stato ritrovato Ciro

veduta delle montagne

Signore e Signori vi presento Ciro

Ciro in un plastico riprodotto fedelmente

Ciro

Pesci preistorici

L’ascensore del tempo: con un perfetto e curato gioco di specchi e monitor hanno ricreato perfettamente l’effetto “mondo” che scorre davanti a noi, passando tra le diverse ere geologiche… spettacolare!

Un saluto a Morcone e torniamo a casa

Castello di Morcone

E ad attenderci a casa un dolce “preistorico” 😀 che di preistorico non ha nulla se non il fatto di girare e rigirare ormai da tempo sul mio e altrui blog 😀 già proposto in versione “gigante” e riproposto adesso in versione mono porzione.

Brioche Riccia alla Nutella mini

Si ringrazia:
Nocciolata Rigoni di Asiago

  • Per la pasta:

250 gr di farina,
250 gr di farina Manitoba,
2 uova
80 gr zucchero
200 ml di latte
30 gr burro
1 bustina di lievito di birra secco (o un cubetto di fresco).

  • Per farcire e decorare:

Nocciolata Ridoni di Asiago q.b.
un po’ di latte + 1 tuorlo.

Miscelare le farine tra loro, aggiungere il lievito e lo zucchero, mescolare bene e formare un buco al centro. Versarci le uova sbattute, iniziare a impastare e poi aggiungere a filo il latte tiepido e il burro sciolto fatto intiepidire.
Lavorare il tutto a lungo fino a formare un impasto morbido, coprire la ciotola con la pellicola e lasciar lievitare in luogo caldo fino al raddoppio di volume (io lascio lievitare 2 ore minimo).
(se usate il cubetto di lievito allora scioglietelo prima in un dito di latte).

Riprendere la pasta, dividerla in due parti uguali e stenderla, sulla spianatoia infarinata, in due rettangoli (non troppo sottili), spalmare tutta la superficie con la Nutella e ricoprire con l’altro rettangolo facendo aderire bene i bordi..
Con un coltello affilato tagliare 12 strisce larghe circa due dita e arrotolarle su se stessa a formare una treccia a due fili, sistemare questi riccioli a spirale sulla teglia, partendo dal centro, spennellare con un po’ di latte tiepido e mettere a lievitare di nuovo per un’altra ora.

Nel post precedente potete vedere le foto passo passo su come arrotolare le striscette.

Vi ho riempito il post di foto spero di non avervi annoiato troppo 🙂

Alla prossima amici.

Comments are closed.