Subscribe via RSS

Menu Piatti da Maestro

Questa sera non si scherza: Benedetta ha deciso di insegnarci a cucinare dei veri e propri piatti da maestro.

In cucina con Benedetta per questa puntata troviamo un maestro d’eccezione: il grande Gualtiero Marchesi.

il Menù di Benedetta del 21 gennaio 2013

(clicca sui link per vedere le ricette)

Antipasto: MOZZARELLA E POMODORO DI G.MARCHESI
Primo: KEDGEREE
Secondo: HAMBURGER CON PATATE
Dolce: RED VELVET CAKE[1][2][3][4]

References

  1. ^ MOZZARELLA E POMODORO DI G.MARCHESI
  2. ^ KEDGEREE
  3. ^ HAMBURGER CON PATATE
  4. ^ RED VELVET CAKE

Lattuga belga al forno con speck e besciamella


L’indivia belga deve il suo nome al fatto che, nel 1850, un agricoltore belga aveva estirpato e conservato in cantina le radici della cicoria per evitare che si congelassero. Alla fine dell’inverno, scoprì che quelle radici avevano prodotto dei germogli gialli e teneri. Li assaggiò e gli piacquero. La sua coltivazione, così, si diffuse prima in tutto il Belgio e poi nel resto dell’Europa.
Come tutte le indivie, ha un gusto amarognolo, ma è più povera di vitamine, rispetto alle altre varietà, a causa del processo di maturazione che avviene in luoghi privi di luce. E’ ricca di vitamine del gruppo B e della provitamina A e l’alta quantità di fibra insolubile, rende il suo consumo particolarmente indicato per chi soffre di stitichezza.

Ingredienti per 4 persone:
4 cespi di lattuga belga
16 fette di speck
1/2 litro di latte
40 gr di farina
30 gr di burro
50 gr di Asiago dop fresco
Noce moscata q.b.
Sale q.b.
100 gr Asiago stagionato grattugiato

Procedimento

Tagliate per lungo i cespi di belga e lavateli. Lasciateli scolare bene.
Nel frattempo preparate la besciamella sciogliendo la farina con un po’ di latte freddo. Amalgamate bene la farina per evitare la formazione di grumi, salate e unite il restante latte, poi ponete tutto sul fuoco molto basso e fate cuocere, sempre rimestando, per una decina di minuti, fino a quando vedrete la besciamella gonfiarsi e addensarsi L’ultimo minuto di cottura aggiungete il burro, l’Asiago fresco tagliato a dadini e metà dell’Asigo stagionato grattugiato e amalgamate bene tutto, aromatizzate con un po’ di noce moscata.
Riprendete i cespi tagliati, se è il caso, asciugateli anche con un po’ di carta da cucina e arrotolate su ognuno una fetta di speck.

Imburrate una pirofila e distribuite sul fondo un po’ di besciamella, adagiate la belga avvolta nello speck e ricoprite tutto con la besciamella rimasta, spolverizzate con un po’ Asiago grattugiato.

Infornate a 180°C (nel forno già caldo)  e lasciate cuocere per 20 minuti, o fino a qunado si sarà formata una bella crosticina e buon appetito!|

Gli amaretti fritti

  Questa ricetta è datata maggio 1989 ( vecchiotta vero? ).L’ho trovata su un “ antiquato “ numero di guida cucina.Mi ha incuriosita molto anche perchè non riuscivo ad immaginarmi la consistenza dell’amaretto avvolto da una pastella e fritto.Ora me la immagino! E voi ve la immaginate? Vi dico solo che è un dolcino che va mangiato freddo, a temperatura ambiente, e non caldo appena fritto.Vi dico