Subscribe via RSS

Involtini di melanzane ripieni di ricotta


<a href="http://www.xn--imendibenedetta-pub.com/ricette/my-cooking-idea.html">My Cooking Idea</a>. Ricette di cucina vegetariana, vegana, dolci e dessert.: Involtini di melanzane ripieni di ricotta

Involtini di melanzane ripieni di ricotta




Ancora una ricetta con la coppia vincente: melanzane e ricotta…
Anche questo post vede come protagoniste le melanzane, sempre accompagnate dal gusto dolce e delicato della ricotta vaccina.
 Vi propongo degli involtini  molto stuzzicanti, realizzati con delle fette di melanzane che racchiudono al loro interno una crema di ricotta, vivacizzata da croccanti pezzetti di noce. La loro preparazione è semplice e veloce. La cottura delle melanzane è la fase che richiede relativamente più tempo. Io le ho semplicemente grigliate nel forno, come descrivo anche in questa[1] ricetta, ma se ritenete che in questo modo possano risultare troppo asciutte e volete qualcosa di più goloso e succulento potete friggerle, a voi la scelta tra  più gusto o meno calorie! 
Ingredienti per 4 persone:

  • 12 fette di melanzane grigliate;
  • 250 grammi di ricotta;
  • 2 pomodori ;
  • 30 grammi di grana grattuggiato;
  • 6 noci;
  • uno spicchio d’aglio;
  • qualche fogliolina di prezzemolo.

Preparazione delle melanzane.
Mondate e lavate le melanzane, tagliatele nel senso della lunghezza in fettine di circa 1 centimetro di spessore, grigliatele su una piastra calda, oppure se preferite potete friggerle in olio caldo. Mettete da parte e dedicatevi alla preparazione del ripieno.
Preparazione del ripieno e farcitura degli involtini.
Sgusciate e tritate grossolanamente le noci, pelate e tritate molto finemente la polpa di due pomodori ben sodi. Lavorate con un cucchiaio la ricotta fino a renderla cremosa e omogenea, unitevi le noci, la polpa di pomodoro ( eliminate l’acqua di vegetazione in eccesso, altrimenti renderebbe il ripieno troppo morbido) e il grana grattugiato. Mescolate al fine di distribuire omogeneamente tutti gli ingredienti. Distribuite la crema appena preparata su ogni singola fetta, richiudete quest’ultima avvolgendola su se stessa e fermate l’involtino con uno stuzzicadenti (oppure per una preparazione più “elegante” utilizzate dell’erba cipollina). Man mano che farcite i vostri involtini riponeteli in un teglia con il fondo leggermente unto e cospargete sulle loro superficie un  trito di aglio, prezzemolo, noce moscata e un filo d’olio (ovviamente se le melanzane sono fritte, evitate aggiunta di altro olio). Trasferite la teglia nel forno preriscaldato a 180°C per 6-7 minuti. 
Sono ottimi anche da consumare freddi; in tal caso se, come me, non gradite il sapore pungente dell’aglio crudo, vi suggerisco di spolverizzarli con dell’origano e un filo d’olio crudo, oppure con un leggero soffritto di aglio e prezzemolo (due opzioni rivolte sempre alle melanzane grigliate). 

References

  1. ^ questa

Involtini di melanzane

Ingredienti per 3 persone:
6  foglie di basilico
6  fette di melanzane surgelate grigliate
6 fette sottili di mozzarella
6 fette di speck
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
2 uova
una tazza di pangrattato 
  
Preparazione: 

Scongelate le melanzane e stendetele su di un piatto.
Adagiatevi sopra la fetta di mozzarella, la foglia di basilico e la fetta di speck.
Arrotolate e date forma all’involtino.
Passatelo prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato.
Infilate uno stecchino al centro dell’involtino, in modo da tenerlo saldo durante la cottura.
Appoggiateli in una teglia da forno, rivestita di carta forno, versate sugli involtini un filo di olio e
cuocete a 200 gradi per 30 minuti.

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti

Due parole:
Per variare l’aspetto della vostra ricetta,
 potete guarnire gli involtini di melanzane,
con foglie di basilico fresco,
semi di sesamo e un filo di aceto balsamico.

Le ricette di lunedì 10 dicembre 2018 a La Prova del Cuoco

Oggi a La Prova del Cuoco del 10 dicembre 2018 parliamo dell’indivia, presentando nuove ricette e consigli.
Va dove ti porta il cuoco
Millefoglie di indivia e pere di Clara Zani
INGREDIENTI
(per 4 persone)

4 cespi di indivia
4 pere medie
4/5 cc miele di acacia o millefiori
1 limone
2 cc di noci tritate
olio evo, sale grosso, noce moscata, formaggio a scaglie qb.

PREPARAZIONE 

In una padella, mettere un goccio di olio evo;
Tagliare i cespi in quattro parti, prima a metà e poi ancora un’altra metà;
Tagliare il limone e con lo stesso coltello tagliare anche la pera;
Mettere in padelle l’indivia e noce moscata;
Grigliare le pere, facendo comparire le righe sopra;
Servire l’indivia con le pere nel piatto e grattugiare il formaggio a scaglie;

Invidia: tutti i modi per usarla in cucina
L’indivia è una cugina della cicoria e la rappresentiamo come l’insalata tipica invernale. L’indivia è più amara e più digeribile rispetto la lattuga romana; l’indivia riccia è più crespa, bianca a centro e verso l’esterno verde. L’indivia scarola, invece, ha una foglia più composta ed ha una foglia ondulata. Quando è di qualità? Quando si spezza deve essere croccante, perché é segno di freschezza. Se il cespo è piccolo, la parte centrale (la parte più dolce) è poco; 250 grammi è il peso al cesto. Non ci devono essere macchie sulle foglie perché indice di invecchiamento. Per l’insalata si possono usare entrambe, la riccia è più croccante. Per il risotto è la scarola la più adatta; infine, per la pizza ripiena la scarola, invece a fine cottura come guarnizione la riccia. È meglio mangiarla cotta o cruda? Cruda c’è tanta vitamina A, ma cotte sono ugualmente buone anche se si perde qualcosa. Per togliere l’amaro basta lavarla sotto acqua fresca? No, non è vero! L’indivia è ottima per le vellutate? Sì, diventa un po’ amarognola e si può affiancare con formaggio o patate. L’indivia si può usare per fare un centrotavola a mo’ di pinzimonio;
Continua la lettura » 1 2