Subscribe via RSS

Fettuccine al salmone affumicato e zucchine

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

Il
salmone affumicato deriva da un metodo di conservazione che può essere
effettuato in due modi dopo aver pulito ed eviscerato il pesce fresco.
Affumicatura
a freddo:  il salmone viene filettato,
messo sotto sale con l’aggiunta di un po’ di zucchero e infilato in contenitori
di legno, viene poi  affumicato per 12
ore a una temperatura non superiore ai  20°C
Affumicatura
a caldo: il salmone viene filettato e messo sotto sale e affumicato con legno
di betulla a una temperatura di 120°C
nei primi venti minuti, poi a 80°C
per tre ore. La temperatura interna del salmone non deve mai superare i 75°C

Ingredienti
per 4 persone:
300
gr di fettuccine all’uovo
200
gr di salmone affumicato
2
zucchine chiare
150
gr di ricotta
3
cucchiai di latte
Olio
extravergine d’oliva q.b.
Prezzemolo
q.b.
Sale
e pepe q.b.
Procedimento:
Mettete
sul fuoco una pentola con dell’acqua salata per far cuocere le fettuccine.
Lavate,
spuntate e tagliate a dadini le zucchine.
Setacciate
la ricotta, unite il latte e amalgamate bene.
Tagliate
a dadini il salmone affumicato.
In
una padella capiente mettete 4 cucchiai d’olio e fate dorare le zucchine per 5
minuti, salate (attenzione perchè il salmone è già molto sapido) e unite il
salmone, fate saltare per 2 minuti e aggiungete la ricotta, amalgamate bene per
1 minuto unendo anche un po’ dell’acqua di cottura delle fettuccine. Lessate la
pasta lasciandola al dente (4 minuti). Spegnete il gas, unite le fettuccine
scolate grossolanamente, amalgamate bene, spolverizzate di prezzemolo, servite
subito e buon appetito!

Cookies Arachidi e Mou

Quando si prepara l’albero l’atmosfera diventa ancor più natalizia se ad accompagnare questo momento c’è un aroma di biscotti nell’aria. Quest’anno per questo momento Benedetta ci propone una ricetta dal gusto “americano”: i biscotti alle arachidi e caramelle mou.

Puntata I Menu di Benedetta: 7 dicembre 2012 (Menu Facciamo L’Albero[1])
Tempo preparazione e cottura: 30 min. ca.

Ingredienti Cookies Arachidi e Mou per 4 persone:

  • 100 gr di burro
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di miele
  • 80 gr di arachidi tostate e salate
  • 10 caramelle mou
  • 100 gr di cioccolato fondente a gocce
  • 150 gr di farina
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

Procedimento ricetta Cookies Arachidi e Mou di Benedetta Parodi

  1. Mescolare il burro fuso con lo zucchero di canna, poi unire il miele.
  2. Aggiungere anche le arachidi, le gocce di cioccolato e le caramelle mou tagliate a pezzetti e mescolare.
  3. Versare nel composto anche la farina con il lievito ed impastare.
  4. Stendere l’impasto sulla spianatoia e modellarlo con le mani formando delle palline schiacciate da ripassare velocemente nella farina e riporre sulla placca con carta forno.
  5. Cuocere in forno per 10 minuti a 170 gradi.

References

  1. ^ Menu Facciamo L’Albero

La Prova del Cuoco dell’11 dicembre 2018

Oggi, a La Prova del Cuoco dell’11 dicembre 2018, si parla del prosciutto crudo.
Va dove ti porta il cuoco
Petto di faraona con chips di prosciutto crudo di Clara Zani
INGREDIENTI

1 petto di Gallina Faraona
1 nocetta di Burro
La buccia di 1 Bergamotto bio
1 cucchiaiata di Zucchero di canna integrale (scuro)
2 cucchiaiate di Marsala Secco
1 Pepe lungo del Bengala
4 fette di Prosciutto crudo appena più spesse di un normale affettato

PREPARAZIONE

In una padella calda mettere il prosciutto crudo, così da ottenere una chips croccante;
Dividere il petto in due parti e togliere l’osso;
In padella, mettere burro con le zerste del bergamotto e pepe lungo del Bengala;
Aggiungere poi la carne prima dalla parte della pelle e poi girare;
Far cuocere la faraona per 15-16 minuti circa;
Disporre il petto di faraona in carta argentata e lasciarlo per qualche minuto;
In questa maniera, assorbe il liquido lasciato in cottura;
Scaloppare la carne e servire su un po’ di cicorietta;
Aggiungere anche le zerste di bergamotto, senza aggiungere l’olio;
Guarnire con le chips di prosciutto;

Costo del prosciutto crudo al kg: a Parma da 25 a 29 euro, a Chieti da 14 euro a 30 euro a Salerno da 16 euro a 25 euro.
Prosciutto Crudo: tutti i modi per usarlo in cucina
La differenza tra i vari prosciutto crudo sono evidenti in base alle varie regioni, con gusti e sapori diversi. Ad esempio, il nostrano con zona di stagione di Parma è dolce, quello della Toscana è leggermente più profumato e salato. Diversi fattori possono influire sul gusto dolce e salato: ad esempio, la profondità del grasso che può fare da cuscinetto per il sale. Anche il micro-clima fa la differenza per il gusto del prosciutto! Quando il prosciutto è di qualità? Lo é quando la materia prima, quindi la coscia, va dai 10 a 12 chili minimo per poi aumentare (Italia), mentre 7-8 kg per una coscia stagionata estera. I profumi e sapori possono essere sintomo di qualità! Il grasso bianco, andando avanti con la stagionatura, può diventare roseo, ma mai giallo. Per i primi piatti è utile tagliare il prosciutto a dadini; per i contorni, invece, il taglio a lamella ed una parte morbida va bene. Infine, per il ripieno della pasta è utile il macinato di prosciutto crudo saporito. Il segreto per tagliarlo a mano è quello di eliminare prima la cotenna; si possono tagliare delle piccole fettine con il coltello corretto. È vero che si può conservare per mesi sottovuoto? Sì, a pezzo intero e non affettato perché si crea una patina per troppi mesi. Il crudo stagionato si può congelare? No si può.

Antipasto – grissini natalizi: unire il lievito con acqua tiepida e miele. Unire farina, sale e prosciutto crudo. Unire l’acqua con lievito, olio e impastare per creare un panetto da far riposare 1 ora per raddoppio di volume. Ottenere le strisce dei grissini e dare la forma, poi sistemandoli su stecchino. Avvolgere i grissini sul prosciutto!

Continua la lettura » 1 2